I migliori gestori di password per Linux del 2019

Trasparenza e fiducia - Siamo orgogliosi di essere l\'unico sito in cui gli utenti possono contribuire liberamente e condividere le proprie recensioni su qualsiasi antivirus con gli altri membri della comunità. Quando visitate un sito antivirus tramite un nostro link, a volte riceviamo commissioni da affiliati che supportano il nostro lavoro. Leggi di più su come lavoriamo.
Felicity Kay
Esperta di sicurezza informatica
Aggiornato: 07 giugno 2019

The Best Password Managers for Linux 2019Linux non è proprio user-friendly. Questo è un sistema operativo utilizzato prevalentemente dai più esperti di computer. Chi si impegna a costruire la propria distribuzione Linux, sicuramente si preoccupa anche della propria sicurezza online. Tra l’altro, tendenzialmente gli piace sapere cosa succede nel proprio software.

Per questo che i gestori di password per Linux devono essere considerati con più attenzione. Gli utenti di questo sistema operativo non si possono accontentare di un gestore di password qualsiasi, ne vorranno uno open source, uno gratuito e uno che fornisce funzioni utili, come il riempimento automatico, la crittografia standard del settore e l’autenticazione a due fattori.

Per trovare il miglior gestore di password per Linux, abbiamo esaminato molti dei software più importanti della community, oltre ai migliori gestori di password nel mondo della sicurezza globale. Come potrai immaginare, ce ne sono a dozzine. Quindi, abbiamo preso tutte le nostre scoperte e abbiamo stilato un elenco facilmente leggibile, così che tu possa scoprire i migliori gestori di password per Linux.

I migliori gestori di password per Linux del 2019

Per scoprire di più su gestori di password e le loro funzionalità, clicca qui.

Come recensiamo i migliori gestori di password per Linux del 2019

Ci sono dozzine di gestori di password per Linux sul mercato. Visto che sono tantissimi i programmi che offrono le funzionalità di base, come facciamo a sapere quali sono le migliori? Bene, ecco come recensiamo ciascun gestore:

  • Set di caratteristiche: Che tipo di funzionalità forniscono? Quante sono disponibili con il piano gratuito e quante sono solo a pagamento?
  • Sicurezza: Il gestore offre una sicurezza adeguata? Se sì, come?
  • Prezzo: Ci sono tantissimi livelli di abbonamento per i gestori di password. Alcuni offrono funzionalità migliori rispetto ad altri, ma è importante sapere se il prezzo offre la giusta qualità.

1. Dashlane – Migliore per l’utilità del piano gratuito

Perché ci piace

Dashlane è un gestore di password famosissimo, che archivia le credenziali su cloud, rendendole accessibili su qualsiasi dispositivo. Come molti dei suoi concorrenti, Dashlane offre il riempimento automatico, un generatore di password molto potente, l’autenticazione a due fattori e molto altro. È un gestore ideale con piani economici e persino uno gratuito sorprendentemente utile, che copre fino a 50 password.

Dashlane – Migliore per l’utilità del piano gratuito

Cosa dovresti sapere

Nota che su Linux, Dashlane funziona solo con browser come Google Chrome, Mozilla Firefox e Microsoft’s Edge. Non funziona ancora con tutto, ma il team di sviluppo lavora costantemente sul supporto aggiuntivo.

Come funziona

Ti basterà visitare la pagina del download di Dashlane e selezionare l’estensione compatibile con il browser che utilizzi. Una volta pronto, dovrai solo accedere con la password principale e iniziare a gestire le password.

2. LastPass – Migliore per la facilità d’installazione

Perché ci piace

Simile a Dashlane, LastPass è un’estensione browser potente, che collega a una piattaforma basata su web. È uno dei gestori di password per Linux più noti ed è dotato di alcune funzionalità fantastiche, quali la compilazione automatica, il monitoraggio della sicurezza delle password, la crittografia AES-256. Offre persino un piano gratuito completo, oltre al suo prezioso piano premium.

LastPass – Migliore per la facilità d’installazione

Cosa dovresti sapere

Gli utenti di Linux tendono a preferire software gratuiti e open source. Tuttavia, sebbene LastPass abbia un piano gratuito, non è open-source e in effetti ricorda un’applicazione web piuttosto tradizionale. Anche se puoi stare tranquillo riguardo la sua sicurezza, se sei uno di quegli utenti Linux che vuole sapere esattamente cosa sta installando sul proprio computer, potresti voler fare qualche ricerca in più prima di impegnarti con questo gestore.

Come funziona

LastPass è eccezionale perché basta installare l’estensione del browser, importare le password e iniziare a navigare sin da subito, in totale sicurezza.

 

3. RoboForm – Migliore per l’estensione browser piena zeppa di funzionalità

€ 21,40 - € 42,80 / anno

Perché ci piace

Grazie alla sua utilità, RoboForm si trova praticamente in tutti gli elenchi dei migliori gestori di password. Il software ha una vasta gamma di funzioni, che potranno sfruttare sia i principianti che gli esperti grazie alla loro progettazione. Inoltre, prima di impegnarsi con il piano premium, che ha un prezzo più che ragionevole, per tutte le funzioni aggiuntive, potrai provare il piano gratuito.

Cosa dovresti sapere

Come per Dashlane, utilizzando un computer Linux dovrai scaricare l’estensione del browser di RoboForm invece dell’applicazione desktop. Ma questo non pone alcuni limiti. L’estensione per browser di RoboForm ti consente di accedere alla maggior parte delle sue funzionalità, come il suo sistema organizzativo, il suo deposito e il suo generatore di password.

RoboForm – Migliore per l’estensione browser piena zeppa di funzionalità

Come funziona

Non potente utilizzare l’applicazione desktop di RoboForm su Linux, ti basterà scaricare l’estensione per il browser che utilizzi e procedere da quella. Inoltre, se hai configurato RoboForm su un altro dispositivo, potrai semplicemente importare tutte le informazioni automaticamente.

4. Bitwarden – Migliore per l’approccio open-source

Perché ci piace

Bitwarden è un gestore di password open source completamente gratuito, l’ideale per qualsiasi utente Linux. Non solo su Linux potrai scaricare la versione desktop di Bitwarden, ma potrai anche approfittare della sua estensione per browser, che oltre alle semplici password può memorizzare anche carte di credito, identità e molto altro.

Cosa dovresti sapere

Mentre le sue funzionalità più utili come l’autenticazione a due fattori, l’archiviazione illimitata e il generatore di password sono tutte gratuite, è disponibile anche un piano premium, da pagare annualmente, a costi molto bassi. L’abbonamento premium offre supporto per autenticatori di terze parti come YubiKey, l’assistenza clienti prioritaria e molto altro.

Bitwarden – Migliore per l’approccio open-source

Come funziona

Bitwarden è facile da scaricare. Ti basterà andare sul sito web di Bitwarden, scaricare il gestore di password e impostare il tutto. Inoltre, la sua estensione per browser supporta Chrome, Firefox, Opera, Edge, Safari, Vivaldi, Brave e persino Tor Browser, rendendolo uno dei più versatili che abbiamo mai visto.

5. KeePass – Migliore per il look vintage

Perché ci piace

Come Bitwarden, KeePass è un gestore di password gratuito originariamente progettato per Windows, ma che ora è disponibile anche su Linux e altre piattaforme. Crittografa localmente le tue informazioni, rendendole il più sicure possibile e assicurandosi che nessun altro possa accedere ai tuoi dati. È anche open-source, quindi parecchi utenti hanno esaminato il codice e visto tutto ciò che l’applicazione ha da offrire.

L’estensione del browser supporta Safari, Chrome, Firefox, Opera e Internet Explorer e crittografa tramite AES-256. Ha anche molte delle migliori funzionalità di base dei gestori di password, come il generatore di password, le note e il riempimento automatico.

KeePass – Migliore per il look vintage

Cosa dovresti sapere

Anche se KeePass ha molte funzioni utili, è gratuito e offre persino una versione desktop per Linux, non ha l’interfaccia utente più bella del mondo. In effetti, KeePass sembra un programma dei primi anni 2000, con un look che ricorda molto quello di Windows XP. Nonostante questo è facile da usare e i nostalgici apprezzeranno sicuramente la sua interfaccia. Ma vale la pena farlo notare.

Come funziona

KeePass è facilmente scaricabile dal suo sito web. Essendo gratuito, non è necessario preoccuparsi di pagamenti o altri ostacoli per iniziare a usarlo. Anzi, il download è molto rapido e una volta installato basta impostare la password principale e quindi potrai gestire tutte le tue password crittografate.

Nel 2019, cosa rende un gestore di password il migliore per Linux?

È importante notare che vista la natura stessa di Linux, non tutti i gestori di password lo supportano completamente. Infatti, alcuni gestori di password consentono agli utenti solo di installare estensioni per browser come Chrome, Firefox e pochi altri. Ma questo non significa che siano dannosi per gli utenti Linux, semplicemente che potranno utilizzare i gestori esclusivamente per la navigazione sul web.

Tuttavia, ci sono alcuni gestori di password che supportano nativamente anche Linux, e di quelli ce ne occuperemo presto. Prima però, esaminiamo le caratteristiche più importanti di qualsiasi gestore di password.

La caratteristiche base dei migliori gestori di password

Un gestore di password per Linux deve avere le seguenti funzionalità:

  • Una password principale: La password principale è vitale per la sicurezza. Si tratta della credenziale da inserire all’avvio del tuo gestore di password e se il programma non ne è dotato, dovresti preoccuparti della tua sicurezza.
  • Autocompilazione: La compilazione automatica inserisce automaticamente le tue informazioni nei corrispettivi moduli ogni volta che serve. Quindi, ad esempio, se accedi a Netflix sul tuo dispositivo, il gestore delle password dovrebbe compilare automaticamente il modulo di accesso.
  • Raccolta automatica delle password: Più o meno il contrario del riempimento automatico, l’acquisizione automatica della password significa che ogni volta che inserisci un set di credenziali nuove, il gestore delle password le inserirà automaticamente nel suo sistema, così da poterle compilare correttamente al prossimo accesso.

Caratteristiche avanzate dei gestori delle password

Queste erano le funzioni di base. Un gestore di password per Linux deve avere anche le seguenti funzionalità specifiche:

  • Open-Source: Anche se non è necessariamente vitale, un gestore di password open-source sarebbe la soluzione migliore. Open-source significa che chiunque può controllare il codice sorgente e assicurarsi che non ci siano problemi o elementi sospetti. In sostanza, se uno sviluppatore rende il proprio software open source, non ha nulla da nascondere e quindi probabilmente sarà abbastanza affidabile.
  • Supporto per l’estensione del browser: Dove si usano più spesso le password? Nel browser web. Questo significa che il tuo gestore di password deve offrire un’estensione per browser che si collega direttamente alla tua navigazione. Così ti semplificherà la vita e garantisce che i tuoi accessi siano completamente sicuri, qualunque cosa accada.
# Venditore Gamma prezzi Voto
1€ 35,84 / anno4.5
Visita il sitoLeggi la recensione
2€ 2,69 - € 3,59 / anno4.0
Visita il sitoLeggi la recensione
3€ 21,40 - € 42,80 / anno3.5
Visita il sitoLeggi la recensione
43.0
Visita il sitoLeggi la recensione
53.5
Visita il sitoLeggi la recensione
Trasparenza e fiducia - Siamo orgogliosi di essere l\'unico sito in cui gli utenti possono contribuire liberamente e condividere le proprie recensioni su qualsiasi antivirus con gli altri membri della comunità. Quando visitate un sito antivirus tramite un nostro link, a volte riceviamo commissioni da affiliati che supportano il nostro lavoro. Leggi di più su come lavoriamo.