Recensioni professionali
Proprietà
Commissioni di affiliazione
Linee guida delle recensioni

Come rimuovere virus e malware da Android nel 2022

Ben Martens Ben Martens

Hai poco tempo per leggere tutto? Scopri come eliminare virus e malware da Android:

1. Installa un antivirus e avvia una scansione. Scarica l’app di un antivirus di alta qualità (io consiglio Norton), e avvia una scansione del tuo dispositivo Android.

2. Rimuovi virus e malware. Dalla schermata dei risultati della scansione, lascia che l’antivirus rimuova i virus dal telefono quando richiesto.

3. Rimani al sicuro. Verifica che sia attiva la protezione antivirus in tempo reale ed evita di visitare siti e link pericolosi per restare al sicuro.

Il modo più efficace per rimuovere i malware da un dispositivo Android è utilizzando una valida app antivirus. Gli antivirus di buona qualità riescono a rilevare i malware specifici per Android, come i ransomware, gli spyware e i rootkit, e a rimuoverli dal sistema.

Purtroppo, molti di questi malware possono replicarsi nel sistema, prendere il nome di processi di sistema sicuri e persino nascondersi nel sistema operativo di Android, quindi non è possibile rimuovere i malware dal sistema manualmente (a meno che tu non abbia una laurea in informatica).

La cosa positiva è che ci sono molte app per la sicurezza di Android molto sicure e intuitive, che ti consentiranno di mantenere protetto il tuo dispositivo in pochi e semplici gesti. Norton è la nostra prima scelta come miglior antivirus per Android del 2022. Questa guida dettagliata ti mostrerà come rimuovere i malware dal tuo Android e tenere il sistema al sicuro da future infezioni.

Fase 1. Installa un antivirus per Android e individua eventuali virus

Le applicazioni antivirus per Android sono molte, ma non tutte proteggono in modo efficace.

Per proteggere il dispositivo da malware di vario tipo, è necessario installare un antivirus affidabile ed eseguire una scansione completa del sistema per individuare eventuali settori infetti del sistema operativo Android.

La mia app antivirus per Android preferita è Norton, perché ha uno scanner molto efficace contro i malware e un sofisticato sistema di machine learning. Ho testato varie app antivirus per Android su un file di prova pieno di malware, tra cui trojan, ransomware, spyware e altri: Norton è stata una tra le pochissime app di sicurezza per Android a rilevare il 100% dei malware sui dispositivi di test. In più, è dotata di altre funzioni eccellenti, come:

  • Filtro dei messaggi SMS e delle chiamate indesiderati. Blocca i messaggi fraudolenti e le chiamate indesiderate.
  • Controllo della rete Wi-Fi. Identifica i protocolli di sicurezza della rete e segnala le connessioni Wi-Fi non sicure.
  • Funzioni sofisticate contro il furto d’identità. In caso di violazione, perdita o furto di dati, invia una notifica all’utente.
  • VPN. Cripta le attività online con una crittografia AES a 256 bit, assicura una connessione veloce ed è compatibile con alcuni tra i siti di streaming più famosi.

Norton è il mio antivirus per Android preferito, ma ci sono molte altre valide app antivirus per Android in commercio.

Dopo aver scelto l’antivirus per il tuo dispositivo Android, esegui una scansione completa e attendi che sia completata: al termine della scansione, l’antivirus metterà in una cartella di quarantena tutti i malware segnalati. Ricorda di non interrompere la scansione dell’antivirus. Una volta completata la scansione, potrai passare alla fase 2.

Fase 2. Rimuovi i malware e tutti gli altri file infetti

Dopo aver portato a termine una scansione completa, l’applicazione antivirus mostrerà eventuali malware o altri problemi di sicurezza presenti sul dispositivo Android. La maggior parte degli antivirus sposta i file sospetti in una cartella di quarantena, affinché sia l’utente a scegliere cosa fare: ignorare le infezioni o rimuoverle dal dispositivo.

Tuttavia, occorre essere prudenti! Alcuni dei file segnalati potrebbero essere dei falsi positivi, ossia dei file sicuri erroneamente identificati come pericolosi. Se avessi bisogno di aiuto per capire quali sono effettivamente i file pericolosi individuati sul tuo dispositivo, puoi contattare il team di assistenza dell’antivirus.

Procedi con l’eliminazione di tutte le infezioni rilevate dall’app antivirus.

Dopo aver rimosso i malware dal tuo Android, riavvia il sistema ripeti la scansione per assicurarti che tutti i file e le app infette siano state rimosse: se la seconda scansione dà esito positivo, significa che il dispositivo è ora privo di malware.

Fase 3. Tieni il tuo dispositivo al riparo dalle minacce alla sicurezza su Internet

Ecco alcuni utili consigli per essere sicuri di essere sempre protetti da minacce online:

  • Attiva la protezione anti-malware in tempo reale. La protezione antivirus in tempo reale è una funzione che controlla continuamente il dispositivo e blocca immediatamente eventuali download di file con malware. In genere, è possibile attivarla dalla schermata iniziale dell’applicazione dell’antivirus.
  • Evita file e siti web sospetti. Scarica solo file da siti conosciuti e affidabili: ad esempio, quando un sito utilizza la crittografia HTTPS è certamente affidabile (e crittografato in modo sicuro). Per sapere se ci si trova su un sito con HTTPS, è sufficiente cercare l’icona a forma di lucchetto nella barra degli URL.
  • Abilita la protezione anti-phishing. Le funzioni anti-phishing integrate nei browser per dispositivi mobili, come Firefox e Chrome, non sono abbastanza efficaci. Piuttosto, per bloccare i siti pericolosi, è consigliabile sfruttare la protezione web del proprio antivirus (Norton offre un’ottima protezione per il web).
  • Proteggi la tua rete wireless. Le reti Wi-Fi non protette sono un bersaglio facile per gli hacker interessati a rubare i dati del tuo dispositivo Android. Utilizza una password forte per la tua rete domestica e proteggila con un gestore di password efficace, come Dashlane. Se ti colleghi da una rete Wi-Fi pubblica non protetta, è bene utilizzare una VPN come ExpressVPN, che protegge il dispositivo e i dati durante la connessione a reti pubbliche non sicure.
  • Non rimandare gli aggiornamenti del software. Nella maggior parte dei casi, gli aggiornamenti delle app e del sistema operativo Android contengono importanti patch di sicurezza: imposta la modalità di aggiornamento automatico (attivabile nelle impostazioni di Google Play Store) per avere la certezza che il software sul dispositivo sia sempre il più recente.
  • Fai regolarmente un backup dei file. Nella peggiore delle ipotesi, l’unica soluzione è quella di resettare il dispositivo Android per eliminare i malware dal sistema. Tuttavia, si tratta solo di un piccolo disagio per chi ha eseguito il backup di tutti i dati sul cloud o su altri supporti (Norton dispone di funzionalità di backup su cloud che sono facili da usare).
  • Utilizza la protezione contro i ransomware. Tutti i migliori antivirus dispongono di strumenti per rilevare e bloccare i ransomware prima ancora che questi riescano a impedire l’accesso al sistema.

I migliori antivirus per Android del 2022

🥇1. Norton — Miglior app antivirus per Android del 2022

🥇1. Norton — Miglior app antivirus per Android del 2022

Norton è un’app antivirus molto efficace, disponibile anche in lingua italiana, dotata della gamma più completa di funzioni di sicurezza tra tutti gli antivirus per Android del 2022. Nel corso dei test, Norton ha rilevato il 100% dei file malware per Android senza rallentare minimamente il mio dispositivo.

Tra le funzionalità principali di Norton vi sono:

  • App Advisor.
  • Web security.
  • VPN (rete privata virtuale).
  • Scansione di sicurezza della rete Wi-Fi.
  • Rilevamento di app dannose.
  • Filtro degli SMS e delle chiamate indesiderate.
  • Funzionalità avanzate contro il furto d’identità (tecnologia LifeLock).

App Advisor di Norton è una funzione molto utile che scansiona le applicazioni del Google Play Store e segnala la presenza di eventuali minacce nelle applicazioni prima ancora che vengano scaricate. Norton ha anche uno strumento anti-phishing molto efficace, che è riuscito a bloccare gran parte dei siti fraudolenti a cui ho tentato di accedere. Infine, controlla e filtra gli SMS alla ricerca di collegamenti non sicuri e blocca le chiamate indesiderate.

Un altro strumento che mi piace molto è Wi-Fi Security di Norton, il quale analizza la rete wireless in uso e verifica che stia utilizzando una crittografia forte e che sia protetta da password. Anche la funzione di Norton contro il furto d’identità è di mio gradimento: esamina continuamente milioni di documenti con dati che sono trapelati in rete e cerca di capire se anche i tuoi dati personali sono stati violati, come ad esempio i dettagli bancari, l’indirizzo di casa, il numero della carta di credito, i documenti dell’assicurazione, i dati di gioco e molto altro.

Norton Mobile Security costa US$ 14,99 / anno, ma per avere una protezione completa contro tutti i malware per tutti i tuoi dispositivi (compresi Android, PC, Mac e iOS) è meglio scegliere gli abbonamenti 360 di Norton, che hanno il miglior rapporto qualità-prezzo (a partire da US$ 19,99 / anno). Per tutti gli abbonamenti annuali di Norton è prevista una abbondante garanzia di rimborso da 60 giorni.

Prova subito Norton

Leggi qui la recensione completa di Norton >

🥈2. Bitdefender — Rileva efficacemente eventuali minacce informatiche e protegge dal phishing

🥈2. Bitdefender — Rileva efficacemente eventuali minacce informatiche e protegge dal phishing

Bitdefender ha un’app antivirus per Android leggera e veloce in lingua italiana, dotata di una sofisticata tecnologia di scansione contro i malware e di uno dei migliori strumenti anti-phishing sul mercato.

Il metodo di scansione anti-malware via cloud di Bitdefender si avvale del machine learning per individuare i malware, individuando il 100% dei malware per Android nel corso dei miei test, proprio come Norton. Inoltre, il mio dispositivo non ha subito alcun rallentamento o consumo di batteria quando Bitdefender era in esecuzione. Mi ha convinto anche la protezione antivirus in tempo reale, che analizza automaticamente le nuove applicazioni scaricate e segnala eventuali problemi di sicurezza.

Ma la funzionalità di Bitdefender che preferisco è lo strumento anti-phishing. Ho testato decine di siti di phishing già noti e Bitdefender ne ha bloccati molti di più rispetto a quanto fatto da Chrome e da Firefox. Mi piace molto anche la funzione di notifica anti-truffa di Bitdefender, che rileva e blocca la diffusione dei collegamenti dannosi condivisi con le app di messaggistica.

Ecco alcune delle funzioni aggiuntive di Bitdefender per i dispositivi mobili:

  • Protezione contro i ransomware.
  • Controllo dei genitori.
  • Strumenti antifurto.
  • VPN.
  • E molto altro…

Anche la VPN per dispositivi mobili di Bitdefender è molto valida, perché assicura connessioni molto veloci, una crittografia sicura AES a 256 bit e una buona compatibilità con lo streaming, oltre alla possibilità di scegliere fra 30 server dislocati in tutto il mondo. La VPN integrata di Bitdefender ha un tetto di soli 200 MB di dati al giorno, ma passando all’abbonamento a pagamento alla VPN di Bitdefender è possibile navigare senza limiti di dati.

Con US$ 14,99 / anno, Bitdefender Mobile Security prevede anche la scansione per identificare eventuali violazioni dei dati e la protezione della fotocamera e del microfono. C’è anche l’abbonamento Premium Security di Bitdefender, che copre fino a 10 dispositivi Android, Windows, macOS e iOS (con dati VPN illimitati), a soli US$ 69,99 / anno. Tutti gli abbonamenti a Bitdefender prevedono una garanzia di rimborso da 30 giorni.

Prova subito Bitdefender

Leggi qui la recensione completa di Bitdefender >

🥉3. McAfee — App intuitiva con funzionalità di sicurezza facili da usare

🥉3. McAfee — App intuitiva con funzionalità di sicurezza facili da usare

L’applicazione McAfee per Android è molto facile da configurare e da utilizzare: ha un’interfaccia ben concepita, disponibile anche in italiano, che semplifica l’individuazione e l’utilizzo delle varie funzioni disponibili. La scansione e la rimozione dei file sospetti sono state semplicissime, come pure la configurazione della protezione per il web, che ha richiesto solo pochi secondi.

Le prestazioni di McAfee nel corso dei test sono state davvero impressionanti: l’antivirus è riuscito a rilevare quasi tutti i malware presenti sul mio telefono Android e ha anche bloccato tutti i siti di phishing noti che ho provato a visitare con Chrome e Firefox.

L’applicazione McAfee per Android include:

  • Scansione malware.
  • Sicurezza Wi-Fi.
  • VPN.
  • Avvisi in caso di furti d’identità.

La VPN integrata nell’app di McAfee velocità e protezione discrete, ma non consente agli utenti di scegliere una posizione o di modificare molte impostazioni. Per poter disporre di più funzionalità, è necessario scaricare la VPN Safe Connect di McAfee, che prevede una spesa aggiuntiva (anche se io preferisco di gran lunga una VPN indipendente come ExpressVPN, che è estremamente veloce ed è dotata di funzioni avanzate).

Lo strumento di McAfee contro i furti d’identità è buono, ma si limita ad esaminare l’indirizzo e-mail alla ricerca di eventuali violazioni: non è neanche lontanamente paragonabile alla protezione contro il furto d’identità di Norton, che tiene sotto controllo quasi tutti i dati personali, comprese le coordinate bancarie, alla ricerca eventuali di perdite di dati.

Ad un costo di US$ 49,99 / anno, l’abbonamento alla sola app di McAfee non è molto conveniente, specialmente se confrontato con l’abbonamento per dispositivi mobili di Norton. Diversamente, è scegliendo uno degli abbonamenti di McAfee per più dispositivi (a partire da US$ 39,99 / anno), che si può ottenere un rapporto qualità-prezzo migliore. Gli abbonamenti di McAfee prevedono una garanzia di rimborso da 30 giorni.

Prova subito McAfee

Leggi la nostra recensione completa di McAfee

Come comportarsi se un malware ha bloccato il dispositivo (e non è possibile eseguire una scansione antivirus)

Alcuni tipi di malware (come i ransomware) possono riuscire a bloccare un dispositivo Android. In una situazione del genere, è necessario:

  • Avviare il dispositivo in modalità provvisoria e disinstallare le applicazioni con malware.
  • Avviare il dispositivo in modalità di ripristino e riavviare o formattare il dispositivo.

In modalità provvisoria, il telefono disabilita tutte le app non necessarie, disattivando anche eventuali virus presenti nel telefono (in teoria): in questo modo, è possibile individuare e rimuovere l’applicazione infetta dal telefono.

Per attivare la modalità provvisoria, occorre tenere premuto il pulsante di accensione finché non compare la schermata di spegnimento, tenere premuto il pulsante di spegnimento sullo schermo fino a che non appare il messaggio “Riavvia in modalità provvisoria”, quindi premere OK per riavviare il telefono in modalità provvisoria.

Una volta in modalità provvisoria, accedi alle impostazioni del telefono e aprire il menu Applicazioni e notifiche. A questo punto, cerca le app che non riconosci (le app malware sono spesso camuffate da app reali con nomi normali, quindi fai attenzione) e disinstallale dal tuo dispositivo.

Se è stata eliminata l’app malware corretta, dovrebbe essere possibile avviare il dispositivo Android normalmente. Per esser certi che non sia rimasta nemmeno un’app infetta sul dispositivo, è importante eseguire una nuova scansione con un’applicazione antivirus efficace.

Se nonostante questi tentativi non dovesse ancora funzionare, potrebbe essere necessario eseguire un ripristino di fabbrica del dispositivo Android in modalità di ripristino.

Ogni dispositivo Android prevede l’utilizzo di combinazioni di tasti diverse per l’attivazione della modalità di ripristino, quindi è bene consultare la guida del proprio smartphone per trovare quella giusta per il proprio dispositivo. In genere, bisogna tenere premuti contemporaneamente alcuni tasti, come quello di accensione, del volume, della home o della fotocamera. Dopo aver attivato la modalità di ripristino, è possibile accedere a un menu di testo per riavviare il sistema, aggiornare il sistema operativo o ripristinare totalmente il dispositivo (ripristino ai dati di fabbrica).

Ovviamente, il reset del dispositivo è l’ultima spiaggia: prima prova a riavviare, poi aggiorna il sistema operativo e solo qualora non riuscissi a eliminare il malware dal dispositivo procedere al reset di fabbrica, a seguito del quale dovrai installare immediatamente un’app antivirus affidabile ed eseguire una scansione.

Altri consigli per la sicurezza di Android

Evita gli app store gestiti da terzi. Punto e basta. La maggior parte degli attacchi ad Android proviene da app store non sicuri che vendono versioni craccate economiche di applicazioni di qualità elevata: è vero, potresti trovare un gioco o un’applicazione interessante a basso costo, ma probabilmente ti ritroverai anche con qualche malware sul dispositivo.

È inoltre necessario controllare che le app acquistate sul Google Play Store siano affidabili: nel 2020, sono state scoperte centinaia di app “fleeceware” (tutte ospitate nel “sicuro” Google Play Store) che addebitavano agli utenti cifre esorbitanti per funzionalità del tutto elementari. Nel Play Store sono state trovate anche applicazioni spyware, stalkerware e ransomware.

È estremamente importante utilizzare password forti e univoche per le applicazioni e gli account online. Ricordare password lunghe e complicate può essere difficile, ma ci sono strumenti che semplificano la vita, tra cui i gestori di password per Android come Dashlane.

Inoltre, consiglio vivamente di attivare l’autenticazione a due fattori (2FA) su tutti i tuoi account. Gli account abilitati alla 2FA richiedono sia la password che una seconda forma di verifica per poter effettuare l’accesso: in questo modo, anche se la password dovesse essere violata, non sarebbe possibile accedere all’account.

Alcune forme di 2FA prevedono la verifica biometrica, l’autenticazione con TOTP (time-based one-time password) (come Google Authenticator), i token USB e la verifica via SMS.

Un altro suggerimento importante è quello di utilizzare una VPN per nascondere il tuo vero indirizzo IP e la tua identità online. Buone VPN per Android come ExpressVPN si avvalgono della crittografia AES a 256 bit (di livello bancario) per proteggere i dati, e hanno applicazioni per Android che sono facili da usare e che offrono protezione senza consumare la batteria del dispositivo.

Combinando questi strumenti e queste tecniche, riuscirai a proteggere il tuo dispositivo Android dalla maggior parte dei malware e dei pericoli online.

Android può essere attaccato dai malware?

Sì, ci sono miliardi di dispositivi Android nel mondo e, nel 2022, milioni di utenti sono stati attaccati dai malware.

Gli utenti Android subiscono spesso attacchi tramite gli allegati presenti nelle e-mail di phishing. A volte, può anche capitare che le applicazioni pericolose siano addirittura nel Google Play Store. Tuttavia, il vettore più comune dei malware per Android sono gli app store di aziende terze, i quali di solito consentono di scaricare gratuitamente delle versioni craccate di app di alto livello, ma che in realtà infettano il vostro Android con i malware!

Per tenere il tuo telefono Android immune da malware, assicurati di utilizzare un’applicazione antivirus efficace, come Norton, la cui protezione in tempo reale contro i malware e la grande potenza della scansione antivirus impediscono ai malware di attaccare il tuo dispositivo.

Come faccio a sapere se il mio telefono è infetto?

Il metodo più rapido per scoprire se il tuo telefono Android è infetto è quello di eseguire una scansione con un’applicazione antivirus affidabile. In caso di infezione, ti verranno mostrare le informazioni dei malware e potrai ripulire il tuo dispositivo.

I dispositivi Android infetti mostrano spesso alcuni segni, come il calo delle prestazioni, una minore durata della batteria, la comparsa automatica di finestre pop-up e la presenza di strane applicazioni che non ricordi di aver installato. Quando noti qualcosa di diverso nel comportamento del tuo telefono, esegui sempre una scansione antivirus con un’applicazione potente come Bitdefender, la cui efficace tecnologia di machine learning è in grado di rilevare e rimuovere i malware.

Come si esegue una scansione di un dispositivo Android per rilevare la presenza di malware?

Per rilevare la presenza di malware sul tuo dispositivo Android, puoi usare un’app antivirus per Android. È molto difficile eseguire una scansione manuale per trovare i malware, anche per gli utenti più esperti: molti file malware si rinominano da soli, si duplicano sul dispositivo o, addirittura, si nascondono in modo che il sistema operativo non sappia nemmeno che sono stati installati. Per questo motivo, è sufficiente eseguire una scansione con un’applicazione antivirus affidabile.

Al termine della scansione, l’antivirus mostra i risultati e segnala l’eventuale presenza di malware o di applicazioni dannose, che spesso possono essere rimossi con un solo tocco. Applicazioni come Norton hanno anche un servizio di assistenza clienti in tempo reale, utile per chiedere aiuto in caso di problemi nella rimozione dei malware dal sistema.

Resettando il mio telefono Android si può rimuovere il malware?

Il ripristino totale di un telefono Android consente di rimuovere i malware, ma elimina anche tutti i file salvati, le foto e le app. Tuttavia, alcuni malware come i rootkit possono sopravvivere anche a un ripristino ai dati di fabbrica, per cui questa è una soluzione da valutare solo quando tutti gli altri tentativi di eliminazione dei malware non sono andati a buon fine.

In molti casi, è possibile rimuovere un malware dal telefono senza doverlo resettare: a questo scopo, è necessario utilizzare un’applicazione antivirus di alta qualità come Norton. Queste applicazioni utilizzano sofisticate tecnologie anti-malware per rimuovere rapidamente i malware dai dispositivi Android, conservando intatti i file importanti.

Sull'autore
Ben Martens
Ben Martens
Redattore senior

Sull'autore

Ben Martens è un giornalista di sicurezza informatica, formato in etica di internet, testing di malware e policy pubbliche. Vive in Oregon e quando non protegge i diritti degli utenti di internet gli piace portare a spasso il cane e creare storie con sua figlia.