NordVPN vs Surfshark: quale VPN dovresti scegliere nel 2024?

Tim Mocan Tim Mocan

Hai poco tempo per leggere tutto? Questo è il verdetto finale:

  • 🥇 NordVPNLa vincitrice per funzioni aggiuntive e velocità elevate. È dotata di un maggior numero di funzioni aggiuntive rispetto a Surfshark e assicura velocità più elevate per qualsiasi attività online, tra cui la navigazione, lo streaming, lo scambio di torrent e il gaming.

NordVPN e Surfshark sono tra le migliori VPN del 2024, perché hanno ottimi strumenti per la sicurezza e la privacy, sono ben compatibili con lo streaming e il P2P, sono adatte al gaming online e sono dotate di applicazioni molto intuitive per i sistemi operativi più importanti.

Entrambe le VPN presentano le funzionalità di sicurezza più importanti, come la crittografia AES a 256 bit, il kill switch e la politica di no-log verificata e confermata da organismi indipendenti. Inoltre, NordVPN e Surfshark hanno anche:

  • Perfect forward secrecy.
  • Server di sola RAM.
  • Offuscamento.
  • Ad blocker.
  • Connessioni VPN doppie.
  • Compatibilità con Tor (The Onion Router).
  • Split-tunneling.
  • Strumenti Smart DNS.

Ad ogni modo, ci sono anche delle differenze tra i due servizi: NordVPN assicura velocità elevate su tutti i server, è dotata di un numero maggiore di funzioni aggiuntive e ha una rete da 6,266 server in oltre 55 Paesi, mentre Surfshark ha 3,200+ server in più di 90 Paesi, è più economica e consente di stabilire un numero illimitato di connessioni (laddove NordVPN consente solo 10 connessioni contemporaneamente), ma la velocità è significativamente più bassa e le funzionalità aggiuntive non sono paragonabili a quelle di NordVPN.

Ho testato vari aspetti di NordVPN e Surfshark, tra cui la sicurezza, le funzioni extra, la privacy, i server, la velocità, lo streaming, il torrenting, il gaming, la possibilità di aggirare la censura, la semplicità d’uso, gli abbonamenti, le tariffe e l’assistenza clienti. NordVPN è leggermente migliore di Surfshark, ma entrambe le VPN sono ugualmente valide in quasi tutti gli aspetti e dispongono di vari server sia in Italia che in Svizzera. Pertanto, ti consiglio di proseguire nella lettura per individuare il servizio che meglio soddisfa le tue esigenze.

Prova subito NordVPN (30 giorni senza rischi)

NordVPN vs Surfshark — Breve panoramica

NordVPN Surfshark
💸 Prezzo iniziale A partire da US$ 3,09 / al mese A partire da US$ 2,29 / al mese
📱 Numero di dispositivi 10 Illimitato
🔐 Sicurezza Crittografia AES a 256 bit,
Politica di no-log (verificata),
Kill switch,
Protezione completa contro le perdite,
Perfect forward secrecy,
Server di sola RAM
Crittografia AES a 256 bit,
Politica di no-log (verificata),
Kill switch,
Protezione contro le perdite di DNS
Perfect forward secrecy,
Server di sola RAM
🌍 Numero di server 6,266 server in più di 55 Paesi 3,200+ server in oltre 100 Paesi
⚡️ Velocità Molto veloce sui server vicini e veloce sui server distanti Buona velocità sui server vicini, ma lentezza notevole sui server distanti
🎥 Compatibile con lo streaming Funziona con Netflix, HBO Max, Amazon Prime, BBC iPlayer e Disney+ Funziona con Netflix, HBO Max, Amazon Prime e BBC iPlayer
🔽 Compatibile con il P2P ✅ (Più di 4.500 server in oltre 45 Paesi) ✅ (3,200+ server in oltre 100 Paesi
💻 Applicazioni iOS,
Android,
Windows,
macOS,
Linux,
Android TV,
Fire TV,
Chromebook
iOS,
Android,
Windows,
macOS,
Linux,
Android TV,
Fire TV,
Chromebook
❓ Assistenza clienti Chat live 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Assistenza via email,
Articoli informativi approfonditi
Chat live 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Assistenza via email,
Articoli informativi approfonditi
💰 Garanzia di rimborso 30 giorni 30 giorni

Sicurezza — Entrambe le VPN sono molto sicure

Crittografia AES a 256 bit Politica di no-log Kill Switch Protezione contro le perdite Server di sola RAM Perfect Forward Secrecy
NordVPN Protezione completa contro le perdite (DNS, IPv6 e WebRTC)
Surfshark Protezione contro le perdite di DNS

NordVPN e Surfshark sono le migliori VPN in quanto a protezione dei dati e della privacy degli utenti, perché sono dotate delle funzioni di sicurezza migliori del settore delle VPN, tra cui:

  • Crittografia AES a 256 bit. Rende tutti i dati illeggibili ed è lo stesso tipo di crittografia utilizzato dalle forze armate.
  • Politica di no-log. Evita che la VPN acquisisca l’indirizzo IP e il traffico Internet dell’utente.
  • Kill switch. Disattiva il collegamento a Internet in caso di disconnessione della VPN per proteggere l’utente da eventuali perdite di dati.

Oltre al kill switch tradizionale, NordVPN dispone anche di un kill switch aggiuntivo per chiudere le applicazioni selezionate in caso di interruzione della connessione alla VPN. Io ho testato questa funzione su 3 client P2P e 2 app di gioco, e confermo che tutte le app sono state chiuse correttamente al momento della disconnessione dalla VPN.

Tuttavia, solo NordVPN dispone di una protezione contro le perdite di DNS, IPv6 e WebRTC: Surfshark protegge solo dalle perdite di DNS, quindi è necessario disabilitare manualmente l’IPv6 e il WebRTC per impedirne la diffusione. Detto ciò, nel corso dei miei test su oltre 10 server per ciascuna VPN, non ho riscontrato alcuna perdita di dati.

La buona notizia è che entrambe le VPN hanno altre funzionalità di sicurezza all’avanguardia, tra cui i server di sola RAM, in cui i dati vengono cancellati ad ogni riavvio, e la perfect forward secrecy, che modifica la chiave di crittografia di ogni connessione VPN, impedendo agli hacker di compromettere le chiavi passate e future e, quindi, di spiare la navigazione dell’utente.

Inoltre, entrambe si avvalgono dei protocolli OpenVPN e IKEv2/IPSec, sicuri e veloci. Surfshark ha anche WireGuard, che è molto sicuro e, solitamente, più veloce di OpenVPN e IKEv2/IPSec, mentre NordVPN ha NordLynx, che è il suo protocollo brevettato, costruito sul sistema WireGuard.

Mi piace anche che entrambe le VPN consentano all’utente di proteggere il proprio account con l’autenticazione a due fattori, che prevede la convalida del tentativo d’accesso mediante l’inserimento di un codice a tempo, generato da un’app o da una chiave di sicurezza.

Vincitrice (sicurezza): pareggio

Sia NordVPN che Surfshark assicurano un livello di sicurezza molto elevato: entrambe le VPN sono dotate di tutte le funzioni di sicurezza VPN più comuni nel settore, di funzioni di sicurezza più avanzate, come i server di sola RAM e la perfect forward secrecy, di protocolli molto sicuri e dell’autenticazione a due fattori per proteggere l’account VPN. L’unica differenza sostanziale tra le due VPN sta nella protezione contro le perdite: nel caso di NordVPN, la protezione è completa, mentre nel caso di Surfshark si tratta solo di una protezione contro le perdite di DNS (anche se non ho riscontrato perdite di alcun tipo nel corso dei miei).

Funzionalità aggiuntive — NordVPN è la scelta migliore

Split-Tunneling Offuscamento Blocco della pubblicità Blocco dei siti pericolosi Compatibilità con Tor Smart DNS Altre funzionalità
NordVPN Double VPN, Dark Web Monitor, protezione contro il tapjacking, Meshnet, IP statici, SOCKS5
Surfshark MultiHop dinamico, NoBorders, rotazione dell’IP, test di velocità, Sovrascrivi posizione GPS

Entrambe le VPN sono dotate di buone funzionalità aggiuntive, ma alcune di esse sono meglio integrate in NordVPN, che ne ha anche qualcuna in più.

Sia NordVPN che Surfshark sono dotate di split-tunneling, una funzione che consente di scegliere quali applicazioni e siti web dovranno utilizzare la connessione VPN e quali, invece, la connessione tradizionale.

Inoltre, entrambi i servizi si avvalgono di un sistema di offuscamento che nasconde il traffico VPN, migliorando così la privacy e semplificando l’accesso al web nei Paesi in cui sono in vigore restrizioni maggiori. Surfshark è dotato anche di NoBorders, grazie al quale si può accedere ad alcuni server specifici che operano in reti o in Paesi con restrizioni.

Inoltre, entrambe le VPN riescono a bloccare le inserzioni pubblicitarie, gli elementi di tracciamento di terze parti e i siti pericolosi o potenzialmente tali. Personalmente, preferisco la Threat Protection di NordVPN, poiché blocca regolarmente le pubblicità pop-up (CleanWeb di Surfshark ne ha fatte passare alcune), protegge anche dal download di file infetti e non richiede la connessione a un server NordVPN per funzionare, il che è molto pratico.

Entrambe le VPN consentono la navigazione con Tor su tutti i loro server, per cui è possibile connettersi ai loro server prima di accedere al dark web, così godendo di una privacy migliore. NordVPN, però, va ancora oltre, perché dispone anche di server Onion Over VPN, utilizzando i quali è possibile connettersi al dark web dai browser tradizionali, come Firefox e Chrome, e ciò è molto più pratico che scaricare e utilizzare il browser Tor.

Inoltre, hanno entrambe lo strumento smart DNS per fruire dei contenuti in streaming anche dai dispositivi non compatibili con i client VPN, come le console di gioco e alcune smart TV.

Infine, entrambi i servizi offrono connessioni double VPN, per cui i dati vengono trasferiti passando da due server VPN anziché uno, per una sicurezza ancora maggiore. La funzione double VPN di Surfshark è più pratica perché consente anche di scegliere manualmente i server di ingresso e di uscita (NordVPN li associa automaticamente in base al server di uscita).

Ad ogni modo, NordVPN ha anche alcuni strumenti aggiuntivi di cui Surfshark non dispone:

  • Dark Web Monitor. Scandaglia il dark web e avverte l’utente nel caso in cui le credenziali del suo account NordVPN siano state rese pubbliche.
  • Protezione contro il tapjacking. Mediante la visualizzazione di una schermata in sovrimpressione, segnala all’utente eventuali tentativi di compromissione dei dati da parte di un’applicazione Android pericolosa.
  • Meshnet. Consente di collegare fino a 60 dispositivi con connessioni VPN crittografate, in modo da organizzare eventi virtuali via LAN sicuri o condividere file tra i dispositivi in totale sicurezza.
  • Indirizzi IP statici. Pagando qualcosa in più, NordVPN assegnerà all’utente un indirizzo IP di uso esclusivo. Un indirizzo IP dedicato consente di evitare i reCAPTCHA e di accedere ai siti (come quelli delle banche) che bloccano gli indirizzi IP in condivisione, tipici delle VPN.
  • Supporto per proxy SOCKS5. Questi server modificano l’indirizzo IP dell’utente ma non ne crittografano il traffico, per cui la velocità è solitamente più elevata.

Dal canto suo, anche Surfshark è dotata di alcune funzioni aggiuntive di cui NordVPN è priva:

  • Rotazione dell’IP. Modifica regolarmente l’indirizzo IP senza interrompere la connessione al server VPN al fine di garantire una privacy maggiore.
  • Test di velocità integrato. Consente di eseguire rapidamente dei test di velocità per individuare i server più veloci. Purtroppo, il test di velocità di Surfshark non è affidabile al 100%.
  • Sovrascrivi posizione GPS. È una funzione presente solo nella versione per Android che consente di associare i dati GPS all’indirizzo IP della VPN, e ciò rende più difficile il rilevamento e il blocco della connessione VPN da parte delle app di streaming per cellulari.

Vincitrice (funzionalità aggiuntive): NordVPN

Malgrado le due VPN abbiano molte delle stesse funzioni aggiuntive, la mia preferenza va a NordVPN, perché il suo ad blocker è blocca più efficacemente gli annunci pubblicitari e il download di file dannosi; per di più, oltre a supportare Tor, dispone anche di server Onion Over VPN per consentire all’utente di navigare sui siti del dark web con i browser tradizionali. Infine, NordVPN dispone di altri strumenti aggiuntivi di cui Surfshark è priva, tra cui il Dark Web Monitor, la protezione dal tapjacking, la Meshnet, gli indirizzi IP dedicati e il supporto per SOCKS5.

Per avere maggiori informazioni sulle funzioni aggiuntive di NordVPN, leggi la nostra analisi completa

Privacy — Sono entrambe ottime per la privacy

Registra gli indirizzi IP dell’utente Registra la navigazione dell’utente Politica di no-log verificata Sede Applicazioni open source
NordVPN Panama (Paese esterno alle organizzazioni 5/9/14 Eyes Alliance)
Surfshark Paesi Bassi (Paese membro delle organizzazioni 5/9/14 Eyes Alliance)

Sia NordVPN che Surfshark garantiscono un livello di privacy elevatissimo. Quanto alla politica di no-log, entrambe le VPN la adottano, e in entrambi i casi hanno superato audit di sicurezza da parte di organismi indipendenti: la politica di no-log di NordVPN è stata verificata nel 2018, 2020 e 2022, mentre quella di Surfshark è stata effettuata nel 2022.

Surfshark ha sede in Olanda, che fa parte delle organizzazioni 5/9/14 Eyes Alliance (un gruppo di Paesi che si scambiano i dati raccolti in materia di sorveglianza). Tuttavia, non si tratta di un problema così grave, perché anche se il governo richiedesse i dati degli utenti, Surfshark non avrebbe nulla da condividere proprio per via della sua politica di no-log. NordVPN ha sede a Panama, una nazione rispettosa della privacy e non inserita nelle organizzazioni 5/9/14 Eyes Alliance, e questo è un aspetto davvero positivo.

Ho apprezzato molto anche constatare che entrambe le VPN sono state sottoposte ad altri controlli di sicurezza. Ad esempio, NordVPN ha sottoposto a verifica le sue app per dispositivi mobili e desktop nel 2019, mentre Surfshark ha fatto esaminare le sue estensioni per browser nel 2018 e la sua infrastruttura di server nel 2021.

Inoltre, sia NordVPN che Surfshark accettano pagamenti in criptovaluta: questa scelta è molto importante, perché consente agli utenti di conservare l’anonimato piuttosto che dover utilizzare esclusivamente i metodi di pagamento tradizionali, come le carte di credito.

Vincitrice (privacy): pareggio

Non sono riuscito a scegliere una vincitrice. Sia NordVPN che Surfshark adottano rigorose politiche di no-log che hanno superato audit indipendenti, e hanno esse stesse superato altri controlli di sicurezza, oltre ad accettare pagamenti in criptovaluta. Surfshark ha sede in un Paese membro delle organizzazioni 5/9/14 Eyes Alliance, ma l’esito dell’audit sulla politica di no-log dimostra che non è in grado di consegnare alcun dato alle autorità.

Server — Entrambe le VPN sono dotate di reti di server ottime

Numero di server Numero di Paesi Sedi virtuali Server P2P Server con offuscamento
NordVPN 6,266 Oltre 55 ✅ (Più di 4.500 server in oltre 45 Paesi) ✅ (Più di 100 server in oltre 15 Paesi)
Surfshark 3,200+ Oltre 100 ✅ (3,200+ server in oltre 100 Paesi) ✅ (3,200+ server in oltre 100 Paesi)

Ritengo che entrambi i servizi dispongano di reti di buon livello, con server anche in Italia e Svizzera. NordVPN ha 6,266 server in più di 55 Paesi, mentre Surfshark ne ha 3,200+ in oltre 100 Paesi. NordVPN ha un numero di server maggiore, per cui si riducono i sovraccarichi, e conseguentemente anche rallentamenti, ma dal canto suo Surfshark ha server in quasi il doppio dei Paesi, e consente quindi a un maggior numero di persone nel mondo di connettersi ai server nelle vicinanze e raggiungere velocità più elevate.

Quanto alla tipologia di server disponibili, NordVPN si avvale esclusivamente di server fisici, mentre Surfshark utilizza anche server virtuali, i quali assegnano comunque un indirizzo IP del Paese a cui ci si connette, pur essendo ubicati fisicamente in un altro Paese. Sono consapevole dell’opinione di alcuni, secondo cui le sedi virtuali non sono sicure, ma questo non è vero, e per assicurarmi che i server virtuali di Surfshark funzionassero correttamente, ho eseguito dei test di perdite su oltre 5 postazioni virtuali di Surfshark, che mi hanno sempre assegnato l’indirizzo IP corretto. Inoltre, mi piace che le app di Surfshark indichino chiaramente quali sono i server virtuali.

Inoltre, entrambe le VPN autorizzano il traffico P2P sui propri server: NordVPN dispone di oltre 4.500 server P2P in più di 45 Paesi (comprese Italia e Svizzera), mentre Surfshark consente lo scambio di torrent su tutti i suoi 3,200+ server, dislocati su oltre 100 Paesi. Viene utilizzata da entrambi anche la funzione di offuscamento: NordVPN dispone di oltre 100 server offuscati in più di 15 Paesi (comprese Italia e Svizzera), mentre Surfshark prevede l’offuscamento su tutti i suoi server.

Inoltre, entrambe le VPN offrono il servizio di connessione in Double VPN: NordVPN dispone di server di questo tipo in oltre 5 Paesi, mentre Surfshark ha server MultiHop dinamici in grado di stabilire connessioni personalizzate a doppia VPN (è possibile scegliere liberamente sia il server di entrata che quello di uscita tra quelli disponibili). Tuttavia, solo NordVPN ha server per gli IP statici, ossia indirizzi IP assegnati esclusivamente da circa 5 Paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Italia e Giappone.

Vincitrice (server): pareggio

Mi sono piaciute molto sia la rete di server di NordVPN che quella di Surfshark. NordVPN dispone di 6,266 server in più di 55 Paesi, mentre Surfshark ne ha 3,200+ in oltre 100 Paesi. Inoltre, entrambe le VPN prevedono la possibilità di scambiare torrent, di offuscare la connessione, di riprodurre contenuti in streaming, di navigare con Tor e di effettuare connessioni a doppia VPN sui loro server. NordVPN dispone anche di server Onion Over VPN e assegna indirizzi IP statici.

Velocità — NordVPN ha velocità più elevate

Server vicini di NordVPN Server vicini di Surfshark Server distanti di NordVPN Server distanti di Surfshark
Tempo di caricamento del sito web Instantaneo Instantaneo 2–3 secondi 3 secondi
Tempo di caricamento dei video HD Instantaneo 1–2 secondi 2 secondi 2–3 secondi
Buffering dei video HD
Tempo di caricamento dei video 4K Instantaneo 2–3 secondi 4 secondi 5–6 secondi
Buffering dei video 4K ✅(buffering minimo) ✅(buffering minimo)
Tempo richiesto per scaricare un file da 20 GB 11–12 minuti 15–17 minuti 19–22 minuti 25–27 minuti

Nel corso dei miei test, ho registrato le velocità più elevate con NordVPN. Quanto a Surfshark, nonostante velocità molto elevate dai server locali, sono rimasto un po’ deluso dai risultati ottenuti dai server più distanti.

La velocità di tutti i server di NordVPN, invece, mi ha davvero impressionato: dai server vicini, il caricamento dei siti web e dei video HD e 4K è stato immediato (senza buffering) e sono bastati 11-12 minuti scaricare un torrent da 20 GB, mentre dai server distanti i siti web e i video HD sono stati caricati quasi subito (non male anche i video 4K) e ho impiegato circa 19-22 minuti per scaricare lo stesso file da 20 GB.

Per quanto concerne Surfshark, non la consiglio a quegli utenti che hanno la necessità di connettersi a server più distanti per via dei tempi di caricamento: 3 secondi per i siti web (ancora di più per i siti con molta pubblicità), almeno 2-3 secondi per i video HD, oltre 5 secondi per i video in 4K e anche un po’ di buffering nel passaggio da un video all’altro, e ben 27 minuti di attesa per scaricare lo stesso torrent da 20 GB.

Vincitrice (velocità): NordVPN

Ho riscontrato buone velocità con entrambi i servizi, ma NordVPN è stata semplicemente più veloce, soprattutto sui server distanti: la navigazione, lo streaming e lo scambio di torrent sono stati veloci dai server vicini, mentre dai server lontani ho riscontrato solo lievi rallentamenti. Anche Surfshark è risultata piuttosto veloce sui server locali, ma sui server lontani si sono verificati rallentamenti più evidenti.

Per avere maggiori informazioni sulle velocità di NordVPN, leggi la nostra analisi completa

Streaming — Sono entrambe ben compatibili con lo streaming

Numero di servizi di streaming a cui la VPN è in grado di accedere Funziona con Netflix Funziona con BBC iPlayer, HBO Max, Amazon Prime e Disney+ Smart DNS
NordVPN Oltre 10
Surfshark Oltre 50 Funziona con tutti i siti, eccetto Disney+

NordVPN e Surfshark sono ottime alternative VPN per gli amanti dello streaming. NordVPN dichiara di essere in grado di consentire l’accesso a più di 10 piattaforme di streaming, mentre Surfshark dichiara di riuscirci con oltre 50 servizi di streaming, per cui entrambi i servizi consentono di accedere a numerose applicazioni.

Entrambe le VPN consentono di accedere regolarmente a Netflix: in particolare, oltre 10 cataloghi nel caso di NordVPN e più di 15 per Surfshark. Oltre a Netflix, entrambe funzionano con altri siti molto famosi, tra cui BBC iPlayer, HBO Max e Amazon Prime, anche se solo NordVPN riesce ad accedere a Disney+.

Entrambe le VPN sono dotate di una funzione smart DNS, grazie alla quale è possibile accedere ai siti di streaming anche da dispositivi non compatibili con le app VPN. Inoltre, tutti i server di NordVPN si avvalgono della funzione SmartPlay, ossia una combinazione di tecnologia VPN e smart DNS che rende più difficile il blocco della connessione VPN da parte delle piattaforme di streaming.

Vincitrice (streaming): pareggio

Non c’è una vittoria netta per lo streaming. NordVPN e Surfshark funzionano con molte piattaforme di streaming famose (tranne Surfshark, che non funziona con Disney+), consentono di accedere a oltre 10 cataloghi di Netflix e dispongono di uno smart DNS. NordVPN ha anche SmartPlay, che combina la tecnologia VPN e smart DNS.

Torrenting — Sono entrambe ben compatibili con lo scambio in P2P

Server P2P Funziona con le applicazioni P2P più importanti Port Forwarding Compatibilità con proxy SOCKS5 Kill Switch Politica di no-log
NordVPN Più di 4.500 server in oltre 45 Paesi
(sottoposta a verifica indipendente)
Surfshark 3,200+ server in oltre 100 Paesi
(sottoposta a verifica indipendente)

Io consiglio entrambe le VPN per il torrenting. NordVPN autorizza il trasferimento di dati in P2P su oltre 4.500 server in più di 45 Paesi (Italia e Svizzera incluse), mentre Surfshark consente lo scambio di torrent su tutti i suoi server (3,200+ in oltre 100 Paesi).

Inoltre, funzionano con tutti i client torrent più diffusi, come Vuze e qBittorrent, come confermano i miei test di oltre 5 applicazioni P2P con i server P2P di ciascuna VPN. Tuttavia, solo NordVPN è dotata di server SOCKS5, che cambiano l’indirizzo IP ma non prevedono la crittografia, assicurando così velocità di P2P nettamente superiori.

Un altro aspetto positivo è la presenza in entrambe le VPN di strumenti per la privacy dedicati al torrenting di altissimo livello, come un kill switch, una politica di no-log verificata, una protezione contro le perdite di dati e un ottimo ad blocker, che elimina quelle pubblicità fastidiose sui siti P2P e protegge dai siti di torrenting potenzialmente pericolosi. Personalmente, preferisco l’ad blocker di NordVPN, in quanto è in grado di impedire il download di torrent infetti.

Vincitrice (torrenting): pareggio

Questa volta si è trattato di un testa a testa. NordVPN e Surfshark dispongono di grandi reti di server P2P, funzionano con i client torrent più famosi e assicurano ottimi livelli di sicurezza e di privacy in fase di torrenting. Inoltre, NordVPN è compatibile con il protocollo SOCKS5, che aumenta la velocità dei download P2P.

Gaming — Entrambe le VPN sono buone scelte per il gaming online

Ping sui server locali (Romania) Ping sui server distanti (Stati Uniti) Partite senza lag Protezione anti-DDoS Compatibilità con i router Compatibilità con il gaming su cloud
NordVPN 20–22 ms 139–143 ms ❌ (lag minimo, nessuna interruzione del gioco)
Surfshark 19–23 ms 152–168 ms ❌ (lag minimo, nessuna interruzione del gioco)

Il gioco online è stato soddisfacente sia con NordVPN che con Surfshark. In particolare, ho giocato alcune partite a Dota 2 e a Counter-Strike: Global Offensive, e sui server vicini di ambedue le VPN ho avuto un ping basso e una velocità elevata. Sui server distanti, invece, il ping è stato più alto quando ero connesso a Surfshark e ho registrato qualche leggero episodio di lag con entrambe le VPN (comunque, non tale da interrompere il gioco).

Tra le due, solo i server di Surfshark sono dotati di protezione anti-DDoS, quindi nessun attacco andrà a buon fine verso chi è connesso a uno dei server di Surfshark, ma nel caso di NordVPN potrebbe capitare che un DDoS riesca a scollegare la connessione al server VPN.

Ad ogni modo, NordVPN è dotata della funzione Meshnet, che consente di collegare fino ad un massimo di 60 dispositivi su connessioni protette dalla crittografia VPN, per cui chi intende organizzare un incontro virtuale via LAN potrà utilizzare questa funzione per proteggere il collegamento ai dispositivi degli amici.

Inoltre, entrambe le VPN possono essere configurate sul router, così sarà possibile giocare connessi a una VPN anche da dispositivi generalmente non compatibili con le app VPN, come la Xbox e la PlayStation. Purtroppo, nessuna delle due è progettata per il gioco online su cloud, per cui non è detto sia possibile avvalersene per utilizzare quei servizi online (come GeForce Now) che consentono di giocare in streaming dai dispositivi portatili, come gli smartphone e i laptop.

Vincitrice (gaming): pareggio

NordVPN e Surfshark consentono di giocare in maniera ottimale e senza interruzioni, hanno buoni valori di ping e di velocità sui server vicini (solo qualche ritardo minimo sui server lontani) e funzionano con i router. Inoltre, tutti i server di Surfshark sono dotati di uno strumento di protezione anti-DDoS, mentre NordVPN consente di ospitare incontri virtuali via LAN in tutta sicurezza grazie alla funzione Meshnet.

Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due

Offuscamento Funziona in Cina Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due Funziona in Russia Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due Funziona in Iran Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due Funziona in Indonesia Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due Funziona in Arabia Saudita Capacità di elusione della censura — Non consiglio nessuna delle due
NordVPN Forse Forse Forse Forse Forse
Surfshark Forse Forse Forse Forse Forse

Purtroppo, nessuna delle due VPN è efficace per eludere la censura dei governi. Infatti, nonostante entrambe le VPN abbiano un sistema di offuscamento, gli operatori dell’assistenza clienti di NordVPN e Surfshark mi hanno comunicato che non c’è alcuna garanzia che le rispettive VPN funzionino in Paesi soggetti a forti restrizioni, come la Cina, la Russia e l’Arabia Saudita.

Piuttosto, consiglio di scegliere ExpressVPN, che funziona costantemente in tutti i Paesi con censura ed è la nostra prima scelta tra le migliori VPN per eludere le restrizioni dei governi.

Vincitrice (aggiramento della censura): nessuna

Non consiglio nessuna di queste due VPN. Piuttosto, consiglio di prendere in considerazione ExpressVPN, che funziona sempre nei Paesi con restrizioni.

Applicazioni e facilità d’uso — Entrambe le VPN sono davvero facili da utilizzare

App per iOS App per Android App per Windows App per macOS App per Linux App per Smart TV Compatibilità con i router Altre applicazioni
NordVPN ✅ (Android TV, Fire TV) Chromebook
Surfshark ✅ (Android TV, Fire TV) Chromebook

Sia NordVPN che Surfshark hanno applicazioni in italiano per i principali sistemi operativi e dispositivi (iOS, Android, Windows, macOS, Linux, Android TV, Fire TV e Chromebook) e consentono la configurazione manuale su molti modelli di router.

Tutte e due hanno ottime app per dispositivi mobili, molto intuitive, dotate di funzioni per collegarsi automaticamente al server più veloce nelle vicinanze e corredate di informazioni utili ed esaustive.

Applicazioni e facilità d’uso — Entrambe le VPN sono davvero facili da utilizzare

Anche le app per computer sono davvero facili da usare e ricche di funzioni, ma c’è da fare qualche distinguo: l’app per macOS di Surfshark è più facile da installare, mentre NordVPN ha due app diverse per macOS.

Vincitrice (applicazioni e facilità d’uso): pareggio

Non sono riuscito a decretare la vincitrice tra NordVPN e Surfshark, poiché sono entrambe davvero facili da usare, in quanto le loro applicazioni sono in italiano e sono facili da installare e da utilizzare su tutti i principali sistemi operativi, sia per dispositivi mobili che fissi.

Abbonamenti e tariffe — Surfshark è più conveniente

Prezzo iniziale Abbonamento gratuito Connessioni in simultanea Metodi di pagamento Garanzia di rimborso
NordVPN US$ 3,09 / al mese 10 carte di credito/debito
PayPal
Google Pay
criptovalute
30 giorni
Surfshark US$ 2,29 / al mese Illimitate carte di credito/debito
PayPal
Google Pay
Amazon Pay
criptovalute
30 giorni

Surfshark è una delle VPN più economiche in assoluto e consente di stabilire un numero illimitato di connessioni contemporaneamente, per cui è possibile utilizzarla su tutti i dispositivi desiderati (NordVPN consente di stabilire soltanto 10 connessioni alla volta).

NordVPN ha un abbonamento mensile, un abbonamento annuale e uno biennale, ognuno dei quali prevede livelli diversi: Standard, Plus e Completo. L’abbonamento Standard è quello che consiglio, perché ha un costo iniziale di US$ 3,09 / al mese e dà accesso a tutte le funzionalità della VPN. L’abbonamento Plus comprende anche NordPass, che è un password manager, e il Completo ha anche NordLocker, un servizio di crittografia su cloud.

Surfshark ha un abbonamento mensile, un abbonamento annuale e un abbonamento biennale: l’abbonamento più lungo è quello con il rapporto qualità-prezzo migliore, a partire da soli US$ 2,29 / al mese.

Entrambe le VPN accettano pagamenti con carte di credito o di debito, PayPal, Google Pay e criptovalute (Surfshark accetta anche pagamenti con Amazon Pay), e sono coperte da una garanzia di rimborso da 30 giorni.

Vincitrice (abbonamenti e tariffe): Surfshark

Surfshark propone abbonamenti a prezzi vantaggiosi e consente di stabilire un numero illimitato di connessioni; NordVPN ha prezzi comunque competitivi, ma permette solo 10 connessioni contemporaneamente. Entrambi i servizi accettano vari tipi di metodi di pagamento e prevedono una garanzia di rimborso da 30 giorni per tutti gli abbonamenti.

Per avere maggiori informazioni sugli abbonamenti e le tariffe di Surfshark, leggi la nostra analisi completa

Assistenza clienti — Entrambe hanno ottimi servizi di assistenza clienti

Chat live Assistenza via e-mail Domande frequenti Tutorial Guide di risoluzione dei problemi Assistenza telefonica
NordVPN ✅ (24 ore su 24, 7 giorni su 7)
Surfshark ✅ (24 ore su 24, 7 giorni su 7)

Per quanto riguarda il servizio di assistenza clienti di NordVPN e Surfshark, non ho mai avuto problemi, in quanto il servizio viene erogato in maniera ottima da operatori in carne ed ossa e in vari modi, e ciò è davvero apprezzabile.

In particolare, tutte e due offrono un servizio di assistenza via chat live, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e via e-mail. Quanto ai tempi di risposta del servizio via chat, non ho mai aspettato più di 10 secondi per mettermi in contatto con un operatore, e ho sempre ricevuto risposte precise e facili da comprendere. Riguardo all’assistenza via e-mail, ho effettuato dei test in momenti diversi della giornata nel corso di una settimana, e in media ho ricevuto una risposta in meno di un giorno da parte degli operatori di entrambe le VPN, cosa che mi ha fatto molto piacere. Surfshark fornisce assistenza tramite live chat ed e-mail in italiano grazie a uno strumento di traduzione automatica, mentre il servizio erogato in italiano da NordVPN è quello via e-mail.

Inoltre, entrambe mettono a disposizione degli utenti un ampio archivio di articoli di approfondimento e assistenza (NordVPN anche in italiano), tra cui le domande frequenti (FAQ), i tutorial per la configurazione e varie guide per la risoluzione dei problemi, ma soprattutto questo materiale informativo è corredato da screenshot e da videoguide.

Vincitrice (assistenza clienti): pareggio

L’assistenza clienti di NordVPN e Surfshark è davvero eccellente, in quanto entrambe sono dotate di ampi archivi con articoli di supporto, offrono un servizio di assistenza via chat live, attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e via e-mail, e hanno operatori sempre pronti a rispondere in modo esauriente.

NordVPN vs Surfshark: vincitrice assoluta

NordVPN eccelle in termini di sicurezza, di velocità e di compatibilità con lo streaming. Inoltre, dispone di oltre 5.000 server in più di 55 paesi, di 6,266 server P2P in oltre 45 Paesi e di applicazioni molto intuitive per tutti i sistemi operativi più diffusi.

Surfshark è un servizio sicuro ed estremamente economico, e consente di stabilire un numero illimitato di connessioni contemporaneamente. Ha una rete da 3,200+ server in oltre 100 Paesi, funziona con oltre 50 servizi di streaming e consente lo scambio di torrent su tutti i suoi server.

Tuttavia, NordVPN è leggermente in vantaggio rispetto a Surfshark, in quanto è dotata di un numero maggiore di funzionalità aggiuntive, alcune di quelle in comune funzionano meglio (ad esempio, l’ad blocker protegge anche dal download di file infetti), e assicura velocità più elevate per ogni tipo di attività online.

Domande frequenti

Qual è la migliore? NordVPN o Surfshark?

È stata una lotta serrata, perché entrambe le VPN sono molto buone, ma la vincitrice è NordVPN, perché ha un rapporto qualità-prezzo leggermente migliore rispetto a Surfshark, in virtù delle velocità più elevate e di alcune funzioni migliori.

NordVPN e Surfshark sono sicure?

Sì, entrambe le VPN sono dotate di funzioni di sicurezza molto efficaci: oltre alle funzionalità tipiche del settore delle VPN, adottano entrambe una politica di no-log verificata da enti indipendenti, e sono dotate di sistemi più avanzati, come i server di sola RAM (per cui tutti i dati vengono cancellati ad ogni reset del server) e la perfect forward secrecy, che modifica la chiave di crittografia ad ogni nuova connessione con la VPN.

Qual è la più compatibile con il P2P? NordVPN o Surfshark?

In realtà, si va sul sicuro con entrambe, in quanto NordVPN dispone di oltre 4.500 server P2P in più di 45 Paesi, e Surfshark ha 3,200+ server P2P in più di 100 Paesi. Tutte e due funzionano con le migliori app P2P e sono dotate di sistemi di sicurezza e di privacy eccellenti per il torrenting. Inoltre, è apprezzabile il fatto che NordVPN sia in grado di proteggere l’utente da download pericolosi e che supporti il protocollo SOCKS5, che contribuisce ad aumentare la velocità del P2P.

NordVPN è più veloce di Surfshark?

Sì, NordVPN ha ottenuto risultati migliori di Surfshark nel corso dei miei test di velocità. In particolare, le velocità di NordVPN in fase di navigazione, di scambio di torrent e di streaming sui server vicini sono state molto elevate, salvo qualche rallentamento sui server distanti. Surfshark, invece, ha mostrato rallentamenti evidenti sui server distanti.

Qual è la più compatibile con lo streaming? NordVPN o Surfshark?

Sono entrambe ottime VPN per lo streaming, perché funzionano con i migliori siti di streaming, tra cui Netflix, BBC iPlayer, Amazon Prime e HBO Max (anche se Surfshark non funziona con Disney+). Inoltre, sono entrambe dotate di smart DNS, che consente di riprodurre contenuti in streaming anche su dispositivi non compatibili con le app VPN.

Maggiori informazioni sulle migliori VPN del 2024

Gli annunci presenti su questo sito sono di società, alcune delle quali partecipate dalla nostra capogruppo, da cui questo sito riceve compensi. Questo fatto influenza la posizione e il modo in cui gli annunci vengono presentati. 
Ulteriori informazioni
Sull'autore

Sull'autore

Tim Mocan è QA Editor per SafetyDetectives. Ha più di 5 anni di esperienza nella ricerca e nella scrittura di tematiche legate alla sicurezza informatica ed è specializzato in VPN. Prima di entrare a far parte di SafetyDetectives, ha lavorato come collaboratore per altri siti web di recensioni VPN e come scrittore di contenuti per diversi gestori di VPN. Nel corso della sua carriera di scrittore freelance si è occupato anche di altre nicchie di mercato, tra cui SEO, marketing digitale, fidelizzazione dei clienti, fai da te, salute e riabilitazione. Al di fuori del lavoro, Tim ama trascorrere il suo tempo viaggiando, giocando ai videogiochi, facendo binge watching e usando le VPN (sì, sul serio!).