Come usare il browser Tor ed essere al sicuro nel 2024

Aggiornato: 25 marzo 2024
Tim Mocan Tim Mocan
Aggiornato: 25 marzo 2024

Hai poco tempo per leggere tutto? Scopri come usare Tor browser in modo sicuro ovunque, anche in Italia:

  • 1. Procurati una VPN compatibile con Tor e collegati a uno dei suoi server. Raccomando ExpressVPN, in quanto consente il traffico Tor su tutti i suoi server in 105 paesi, offre funzionalità di sicurezza e privacy all’avanguardia e assicura velocità elevate durante l’uso di Tor.
  • 2. Scarica e installa il browser Tor. È bene che venga scaricato solo dal sito ufficiale di Tor, per evitare di scaricare inavvertitamente file pericolosi.
  • 3. Apri Tor browser. Attendi la connessione alla rete Tor. A seconda della velocità della connessione in uso o del sovraccarico della rete Tor, potrebbero volerci 10 secondi o più.
  • 4. Naviga sul web. Ora è possibile utilizzare il browser Tor per accedere in sicurezza a qualsiasi sito web, compresi quelli del dark web.

Il browser Tor è uno strumento popolare tra gli utenti di Internet per visitare siti del dark web. Offre anche un certo livello di privacy e può permettere il libero accesso a Internet alle persone residenti in paesi che applicano restrizioni alla navigazione sul web.

Tuttavia, Tor browser ha dei limiti in termini di sicurezza e non riesce a proteggere al 100% la privacy degli utenti. In più, alcuni utenti non sanno come reperire e utilizzare Tor browser, nonostante sia piuttosto facile da trovare e da usare.

Per questo motivo, ho preparato questa guida per spiegare come utilizzare Tor browser e mantenere la sicurezza. Questo articolo contiene delle istruzioni dettagliate sull’installazione del browser Tor e sulla navigazione in rete, analizza i problemi di sicurezza di Tor, fornisce dei consigli sul corretto utilizzo di Tor e molte altre informazioni utili.

Naviga in sicurezza su Tor con ExpressVPN

Benché Tor sia legale nella maggior parte dei paesi, può anche essere utilizzato per scopi illegali. Consigliamo vivamente di verificare le leggi locali per assicurarsi che l’utilizzo di Tor sia perfettamente legale e di usare lo strumento solo per accedere a contenuti legali.

Perché usare il browser Tor?

1. Avere una privacy migliore

Il browser Tor consente di accedere alla rete Tor, la quale nasconde il traffico dati e l’indirizzo IP dell’utente. Inoltre, il browser Tor dà la possibilità agli utenti di disabilitare, se desiderano, le funzioni dei siti web che potrebbero compromettere la privacy, nonostante ciò possa compromettere il funzionamento corretto di alcuni siti.

Il browser Tor ostacola anche il fingerprinting del browser (la raccolta di dati relativi a un dispositivo o a un servizio).

Grazie a questo sistema, l’utente medio di Internet può contare su una privacy maggiore durante la navigazione, e i siti web e gli inserzionisti non possono rintracciare la sua posizione, né ottenere informazioni sul suo dispositivo e sulle sue preferenze.

2. Aggirare la censura

Il browser Tor permette alle persone residenti in paesi con restrizioni di visitare servizi online bloccati, ad esempio app di social media, siti di notizie, media, siti di intrattenimento e altro ancora. Tor lo fa permettendo alle persone di comunicare con internet attraverso i suoi server, i cui indirizzi IP non sono associati a restrizioni firewall.

3. Visita siti del dark web

Alcuni utenti online utilizzano il browser Tor per navigare sui siti del dark web che usano collegamenti .onion, non disponibili sul clearnet (ossia, l’Internet accessibile pubblicamente). Ci sono moltissimi siti del dark web interessanti da esplorare, inclusi motori di ricerca, chatroom, siti di notizie e persino piattaforme ben note come Facebook.

4. Condividere dati sensibili

Gli attivisti politici, gli informatori e i giornalisti utilizzano spesso il browser Tor per condividere informazioni con le loro fonti e proteggere la privacy, sia loro che delle loro fonti. La rete Tor viene spesso utilizzata per ricevere segnalazioni anonime, indagare su questioni delicate e ottenere informazioni che non sono disponibili su Internet.

5. Eseguire test di sicurezza

Gli informatici possono utilizzare la rete Tor per eseguire dei test di sicurezza, come il penetration test, che consiste nell’eseguire un attacco informatico autorizzato contro un sistema informatico o un’applicazione web per valutarne la sicurezza.

Tor viene spesso utilizzato per questi test perché è proprio da Tor che molti hacker fanno partire i loro attacchi. Eseguendo i test di sicurezza con Tor, le aziende riescono a proteggere meglio i loro dati contro i pericoli provenienti dal dark web.

6. Chiedere consulti medici

Alcune persone usano Tor browser per parlare dei loro problemi di salute con i medici, magari perché cercano una privacy maggiore o perché non si sentono a proprio agio a parlare di persona dei loro problemi di salute. Viene utilizzato anche da chi non può permettersi di andare da un medico o di recarsi in una clinica.

7. Operazioni sotto copertura

Le forze dell’ordine usano spesso Tor per operare sotto copertura nel dark web, per indagare e acciuffare chi svolge attività illegali, come il traffico di droga, la vendita di armi da fuoco illegali, le frodi con le carte di credito, etc.

Come funziona (e mantiene l’anonimato online) il browser Tor?

Tor è un browser web che consente di accedere alla rete Tor. Può essere scaricato e utilizzato gratuitamente ed è anche open-source, quindi chiunque può verificare il codice per verificarne eventuali falle di sicurezza. Inoltre, Tor è disponibile in quasi 40 lingue, tra cui l’italiano.

La rete Tor è uno strumento per la privacy che cripta il traffico più volte, rendendolo del tutto illeggibile. Quando si visita un sito mediante la rete Tor, la navigazione viene inoltrata attraverso almeno 3 server Tor, detti anche “relay” o “nodi”, e gestiti di solito da alcuni volontari. Questo è un breve schema del funzionamento di una connessione al sistema Tor:

Dispositivo in uso → Browser Tor → Internet → Server Tor #1 → Server Tor #2 → Server Tor #3 → Sito web

I server di Tor sono di 4 tipi:

  1. Server Guard — Il primo server di Tor da cui passa la connessione.
  2. Server intermedi (Middle relay) — Il server di Tor che inoltra il traffico dati dal primo all’ultimo server di Tor.
  3. Server di uscita (Exit relay) — L’ultimo server di Tor da cui passa la connessione prima di raggiungere la sua destinazione (ad esempio, un sito web).
  4. Server Bridge — I server di Tor di cui non viene reso pubblico l’indirizzo IP (a differenza degli altri tipi di server di Tor). Questi server servono ad aiutare gli utenti che si trovano nei Paesi con restrizioni ad aggirare la censura.

La rete Tor, oltre a crittografare il traffico dati, modifica anche l’indirizzo IP: i siti che vengono visitati mediante Tor vedranno solo l’indirizzo IP del server di uscita di Tor, mentre il vero indirizzo IP dell’utente rimarrà segreto.

Come configurare e utilizzare il browser Tor

1. Scaricare e installare il browser Tor

Come configurare e utilizzare il browser Tor

Iniziare scaricando Tor browser dal sito ufficiale di Tor. Io consiglio vivamente di evitare di scaricarlo da fonti non ufficiali, perché il rischio è quello di scaricare un software pericoloso.

Questo browser può essere utilizzato su dispositivi Android, Windows, macOS e Linux. Per quanto riguarda i sistemi iOS, esiste solo l’Onion Browser, che è una buona alternativa a Tor, anche se non garantisce lo stesso livello di privacy. Per creare questa guida, ho utilizzato Tor browser su Windows 10.

A questo punto, aprire il programma di installazione e seguire le istruzioni: non ci vorranno più di 2 minuti per installare Tor browser.

2. Aprire il browser Tor

Come configurare e utilizzare il browser Tor

Aprire l’applicazione del browser Tor e attendere che si colleghi alla rete Tor: in genere, ci vogliono 5-10 secondi, ma i tempi dipendono dalla velocità della connessione a Internet e dal livello di sovraccarico della rete Tor.

3. Connessione a un sito web

Come configurare e utilizzare il browser Tor

A questo punto, è possibile iniziare a navigare su Internet connessi alla rete Tor e accedere a qualsiasi sito web, come se si stesse usando un browser tradizionale. È bene ricordare che potrebbe volerci un po’ di tempo in più per connettersi a un sito, data la bassa velocità di Tor.

Se sei interessato a visitare i siti .onion, consulta il nostro elenco dei migliori siti del dark web del 2024.

4. (Facoltativo) Cambiare il server di uscita di Tor

Come configurare e utilizzare il browser Tor

Per modificare l’indirizzo IP assegnato dalla rete Tor, è necessario connettersi a un server diverso: per far ciò, occorre cliccare sull’icona a forma di lucchetto accanto alla barra dell’URL del sito, quindi premere il pulsante Nuovo circuito Tor per questo sito per collegarsi a una catena di server diversa. Questa procedura va ripetuta fino a quando non viene assegnato un indirizzo IP del Paese desiderato.

È sicuro usare Tor?

In generale, Tor è in grado di fornire buone condizioni di sicurezza e di privacy, ma ha anche alcuni limiti e presenta delle criticità in termini di sicurezza:

  • Il server Guard può visualizzare l’indirizzo IP dell’utente. Il primo server Tor a cui ti colleghi rileva il tuo vero indirizzo IP, e così anche il luogo in cui ti trovi. Questo è un grande problema per la privacy.
  • È rischioso aprire i documenti scaricati con Tor. Alcuni documenti (come i file PDF) potrebbero contenere elementi non scaricati con Tor browser, per cui il tuo vero indirizzo IP potrebbe essere visibile.
  • Tor non cripta tutto il traffico sul dispositivo. La rete Tor protegge la privacy solo finché si utilizza il browser Tor: accedendo a un sito web con un altro browser, l’indirizzo IP e i dati dell’utente sono visibili.
  • I server Tor potrebbero essere gestiti da criminali. Chiunque può gestire i server Tor, compresi gli hacker. Interagendo con server Tor sospetti, la privacy dell’utente potrebbe essere gravemente a rischio.
  • I server di uscita di Tor rilevano il traffico non criptato. Utilizzando Tor per accedere a siti web HTTP (molti siti del dark web non hanno l’HTTPS), il server di uscita sarà in grado di rilevare il traffico non crittografato. Qualora fossero dei malintenzionati a gestire il server in questione, questi potrebbero rubare vari dati sensibili, come gli accessi e le chiavi di accesso alle criptovalute.
  • Tor si è già fatto sfuggire gli indirizzi IP degli utenti. In passato, la rete Tor ha avuto vari problemi di sicurezza, a causa dei quali gli indirizzi IP degli utenti sono stati divulgati, rivelando così la loro posizione reale. Questi problemi sono stati risolti, ma non è dato sapere se e quali altri problemi analoghi potrebbero verificarsi.
  • Tor riceve ingenti finanziamenti da enti statali statunitensi. Ciò non significa che il governo degli Stati Uniti tenga Tor sotto controllo, ma non consente neanche di fidarsi totalmente della protezione della privacy degli utenti offerta Tor. Del resto, non c’è modo di sapere se le a gestire i server di Tor ci sia il governo o meno.
  • Vi sono moltissimi siti web Tor pericolosi. Utilizzando Tor per accedere ai siti del dark web, si corre il rischio di entrare inavvertitamente in siti pericolosi, in grado di infettare il dispositivo con dei malware o di impiegare degli script per violare la privacy.

In definitiva, Tor assicura un discreto livello di sicurezza e di privacy, ma è bene cautelarsi quando lo si utilizza, ricorrendo magari a una VPN (come ExpressVPN) per proteggere il traffico dati ancor prima di collegarsi alla rete Tor.

Come restare protetti quando si usa Tor

  • Utilizzare una VPN. Le VPN sono applicazioni online che modificano l’indirizzo IP dell’utente e ne criptano il traffico. Io consiglio caldamente di connettersi a una VPN prima di utilizzare il browser Tor, così i dati saranno protetti prima ancora che raggiungano la rete Tor. È bene utilizzare solo VPN dotate delle funzioni di sicurezza principali, come la crittografia AES a 256 bit, un kill switch per prevenire le perdite di traffico dati, la protezione contro le perdite di IPv6, DNS e WebRTC, e una politica di no-log, che impedisca alla VPN di registrare i propri dati. A mio avviso, ExpressVPN è la migliore VPN per accedere alla rete Tor.
  • Utilizzare un antivirus. Sulla rete Internet tradizionale, è frequente imbattersi in collegamenti e contenuti pericolosi, ma le probabilità di trovarli sui siti del dark web sono ancora più elevate. Per tale ragione, è consigliabile utilizzare Tor insieme a un antivirus, ovvero un programma che protegge il dispositivo dalle infezioni dei malware e dai siti dannosi. Attualmente, il miglior antivirus in circolazione è Norton 360.
  • Utilizzare il livello di sicurezza maggiore di Tor. Come impostazione predefinita, il livello di sicurezza di Tor browser è quello Standard, che autorizza l’esecuzione di tutte le funzioni dei siti web. Passando a Safer, il browser disattiva automaticamente le funzioni dei siti web che potrebbero essere utilizzate indebitamente per compromettere la privacy dell’utente, come ad esempio alcuni caratteri e certi simboli matematici. Infine, il livello di sicurezza Safest disabilita un numero ancora maggiore di funzioni dei siti, come i JavaScript, che potrebbero essere utilizzati dagli hacker per accedere ai dati sensibili condivisi con i siti (ad esempio, le password).
  • Utilizzare motori di ricerca che rispettano la privacy. La maggior parte degli utenti di Tor consiglia di utilizzare DuckDuckGo o Startpage piuttosto che Google, in quanto garantiscono una privacy maggiore. Inoltre, per cercare i collegamenti .onion, si consiglia di utilizzare Ahmia, perché è molto preciso e, inoltre, inserisce in lista nera quei siti che contengono elementi pericolosi.
  • Non accedere ai siti HTTP. Utilizzando Tor per visitare dei siti HTTP, i server di uscita possono rilevare il traffico dati non crittografato e, nel caso in cui tali server fossero gestiti da malintenzionati, i dati sensibili dell’utente potrebbero essere rubati. Pertanto, è consigliabile collegarsi solo a siti web HTTPS.
  • Accedere solo ai siti sicuri del dark web. Utilizzando Tor per accedere ai link .onion, il consiglio è quello di visitare solo siti legali e sicuri, perché molti siti pericolosi potrebbero compromettere la privacy e infettare il dispositivo con dei malware.
  • Non utilizzare informazioni personali. Quando si interagisce con i siti del dark web che richiedono l’inserimento del nome o dell’indirizzo e-mail, è consigliabile usare un nome falso e un servizio di posta elettronica sicuro (come ProtonMail), altrimenti i criminali potrebbero raccogliere i tuoi dati personali e usarli per colpirti con attacchi informatici e truffe.
  • Pagare con criptovaluta. Se prevedi di acquistare qualcosa sul dark web (cosa che ti sconsiglio vivamente di fare), dovresti sempre usare le criptovalute piuttosto che una carta di credito o di debito, perché assicurano una privacy migliore e non si corre il rischio che dei malintenzionati si approprino dei tuoi dati di pagamento.

Le VPN migliori del 2024 per accedere alla rete Tor

Breve riepilogo delle migliori VPN del 2024 per accedere alla rete Tor:

  • 🥇1. ExpressVPN — La migliore VPN per accedere alla rete Tor del 2024 (supporta Tor su tutti i server ed è molto veloce).
  • .🥈2 Private Internet Access — Protegge in modo eccellente la privacy durante la navigazione sulla rete Tor.
  • 🥉3 NordVPN — Affidabile, molto sicura e con server dalle velocità elevate.
  • 4. Surfshark — Ottimo per famiglie numerose (con abbonamenti economici).
  • 5. Proton VPN — La migliore VPN gratuita per accedere in modo privato ai siti Tor (con dati illimitati e buone velocità).

🥇1. ExpressVPN — Miglior VPN per accedere alla rete Tor nel 2024

Approvato dai nostri esperti
ExpressVPN
Approvato dai nostri esperti
La maggioranza dei lettori sceglie ExpressVPN
Numero di Paesi con server
105
Funzioni chiave
Le migliori velocità nel settore
Numero di dispositivi
8
Compatibilità con sistemi operativi
Garanzia di rimborso
30 Giorni
expressvpn.com

ExpressVPN è la mia VPN preferita per accedere alla rete Tor: la sua compatibilità con Tor è eccellente, assicura velocità davvero buone e dispone delle migliori funzioni per la sicurezza e la privacy del settore. Inoltre, è la nostra VPN n. 1 in assoluto del 2024.

Il fornitore permette il traffico Tor su tutti i suoi server, che si trovano in 105 paesi — Questa capillarità è molto comoda, in quanto semplifica l’individuazione e la scelta dei server più vicini per ottenere velocità elevate quando si utilizza la rete Tor.

Per quanto riguarda la velocità, ExpressVPN ha registrato ottimi risultati nel corso dei miei test di velocità: il tempo di caricamento medio dei link .onion è stato di soli 5 secondi, mentre per i video in ce ne sono voluti circa 8, con solo un leggero buffering all’inizio dei video.

ExpressVPN assicura anche ottimi livelli di sicurezza e di privacy durante l’uso della rete Tor, in quanto è dotata di funzionalità di sicurezza avanzate, come i server di sola RAM (i dati vengono cancellati ogni volta che il server viene resettato), la protezione contro le perdite di dati IPv6, DNS e WebRTC, e la perfect forward secrecy, che modifica la chiave di crittografia di ogni connessione alla VPN, affinché gli hacker non possano utilizzare chiavi passate o future per spiare la tua navigazione su Tor. Inoltre, la sua politica di no-log è stata verificata varie volte da enti indipendenti ed è stata dimostrata anche in occasione del sequestro di uno dei suoi server.

Mi piace anche la presenza della funzione split-tunneling, che consente di scegliere quali applicazioni debbano utilizzare la VPN e quali la rete tradizionale. Io ho utilizzato questa funzione per far passare solo il traffico del browser Tor dalla VPN, ottenendo così un aumento della velocità del 10% circa.

Inoltre, le app di ExpressVPN sono molto facili da usare: è presente una funzione di connessione rapida, che consente di stabilire automaticamente una connessione al server più veloce, ha un’interfaccia disponibile anche in italiano ed è molto intuitiva. In alcune app c’è anche la funzione Shortcuts, che consente di creare collegamenti rapidi per accedere con un solo clic a determinati siti e applicazioni, mostrati sullo schermo a connessione con la VPN avvenuta. Ad esempio, è possibile creare un collegamento per il browser Tor e accedervi immediatamente dopo aver stabilito una connessione protetta con ExpressVPN.

ExpressVPN offre piani economici che partono da US$ 6,67 / al mese. Inoltre, ogni acquisto è coperto da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

ExpressVPN: risparmia il 49% sul 12-month plan + mesi in OMAGGIO!
Ottieni 12 mesi + 3 mesi gratis con 49% di sconto (coupon applicato automaticamente al pagamento).

 Leggi la nostra recensione completa di ExpressVPN

🥈2. Private Internet Access — Per accedere alla rete Tor con grandi sicurezza e privacy

Numero di Paesi con server
91
Funzioni chiave
Eccellente ad-blocker
Numero di dispositivi
Nessun limite
Compatibilità con sistemi operativi
Garanzia di rimborso
30 Giorni
privateinternetaccess.com

Private Internet Access (PIA) consente di godere di grandi sicurezza e privacy durante l’uso della rete Tor. La politica di no-log del provider è stata più volte comprovata in tribunale e ha anche superato un audit di sicurezza indipendente. Inoltre, tutte le sue applicazioni sono open-source e disponibili in lingua italiana, anche se non sono state sottoposte a controlli, come Proton VPN.

PIA protegge anche il traffico Tor mediante alcune funzionalità di sicurezza avanzate, tra cui la perfect forward secrecy, i server di sola RAM e la protezione completa contro le perdite di dati. È interessante anche la possibilità di configurare il kill switch per bloccare l’accesso al web quando non si è connessi a un server VPN: in questo modo, non si corre il rischio di accedere per sbaglio alla rete Tor senza aver prima protetto la propria connessione con PIA.

Nel corso dei miei test di velocità su Tor, PIA ha registrato buoni risultati: il caricamento dei siti Tor ha richiesto in media 10-12 secondi, mentre per i video HD ce ne sono voluti meno di 15 secondi, con un leggero buffering all’inizio e durante il passaggio da un video all’altro. Ad ogni modo, non è stata veloce come ExpressVPN e Proton VPN.

Un altro aspetto apprezzabile è la facilità con cui è possibile accedere in sicurezza alla rete Tor: tutte le app sono dotate di una funzione di connessione rapida, che semplifica la ricerca e la connessione ai server (di solito, ci ho messo solo 4-5 secondi) e di istruzioni chiare per gestire tutte le impostazioni e le funzioni. Inoltre, mi piace che si possa automatizzare le connessioni, come la connessione automatica a un server VPN da parte dell’app quando si utilizzano reti Wi-Fi non protette per accedere alla rete Tor.

Private Internet Access propone piani molto economici che partono da US$ 2,03 / al mese. Anche in questo caso, ogni acquisto è coperto da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

Private Internet Access: risparmia il 83% sul 24-month plan + mesi in OMAGGIO!
Puoi risparmiare 83% se ti muovi ora.

Leggi la nostra recensione completa di Private Internet Access

🥉3. NordVPN — Affidabile, con ottime funzioni per la sicurezza e velocità elevata

Numero di Paesi con server
111
Funzioni chiave
Ottimo blocco anti-malware
Numero di dispositivi
10
Compatibilità con sistemi operativi
Garanzia di rimborso
30 Giorni
nordvpn.com

NordVPN è dotata di numerose funzioni di sicurezza che proteggono i tuoi dati online, tra cui Threat Protection, uno dei migliori ad blocker per VPN sul mercato, capace di eliminare le inserzioni pericolose, di bloccare le connessioni ai siti illegali e di proteggere il dispositivo dai download infetti. Inoltre, Threat Protection è molto pratico perché rimane attivo anche quando non si è connessi a un server VPN.

Sono un fan dei server Onion Over VPN di NordVPN, che instradano il traffico attraverso la rete Tor prima che raggiunga il web. Apprezzo molto anche il fatto che sia possibile visitare siti .onion direttamente nei normali browser (alcune VPN come Surfshark permettono di navigare siti .onion solo usando il browser Tor).

Come se non bastasse, NordVPN è dotata di altre ottime funzioni di sicurezza: ha i server VPN doppi, che aggiungono un ulteriore livello di crittografia, prevede l’offuscamento della connessione e utilizza il protocollo proprietario NordLynx, concepito per i massimi livelli di sicurezza e di velocità.

Tra le altre funzioni avanzate di sicurezza di NordVPN figurano la protezione completa contro le perdite, i server di sola RAM e la perfect forward secrecy. C’è anche una rigorosa politica di no-log, che è stata sottoposta a verifiche da parte di enti indipendenti e che ha retto anche in tribunale, quando uno dei data center che ospitava uno dei server è stato vittima di una violazione dei dati, senza che i dati degli utenti venissero compromessi.

Questa VPN è ottima anche per lo streaming e per lo scambio di torrent: funziona con molti servizi di streaming famosi, come Netflix e BBC iPlayer, e dispone di ben 4.500 server per il P2P. Inoltre, le velocità di tutti i suoi server sono davvero buone sia per lo streaming che per il torrenting e le altre attività online.

Ritengo inoltre che NordVPN sia una valida VPN per il gaming: grazie alla sua funzione Meshnet, infatti, è possibile collegare un massimo di 60 dispositivi su connessioni VPN crittografate, per organizzare feste virtuali in LAN in tutta sicurezza.

Ma questa VPN ha molte altre caratteristiche interessanti, come i 5.000 e più server in oltre 55 Paesi, la funzione di split-tunneling e applicazioni molto intuitive in italiano per tutti i sistemi più diffusi.

NordVPN offre piani che partono da US$ 3,09 / al mese. Tutti gli acquisti sono coperti da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

Leggi la nostra recensione completa di NordVPN

4. Surfshark — VPN ottima per famiglie numerose e decisamente accessibile

Numero di Paesi con server
100
Funzioni chiave
App user-friendly
Numero di dispositivi
Nessun limite
Compatibilità con sistemi operativi
Garanzia di rimborso
30 Giorni
surfshark.com

Surfshark ha applicazioni anche in italiano per i sistemi operativi più diffusi e consente di stabilire un numero connessioni illimitato, per cui può essere utilizzata su tutti i dispositivi desiderati e rappresenta un’ottima soluzione per proteggere con una buona VPN tutti i membri della famiglia. Questa caratteristica è molto interessante, anche perché sono poche le VPN che consentono connessioni illimitate.

È dotata di ottime funzioni di sicurezza, tra cui CleanWeb, uno dei migliori ad blocker per VPN in circolazione, e prevede anche l’offuscamento, le connessioni a VPN doppia (per una sicurezza maggiore) e l’IP Rotator, che cambia regolarmente l’indirizzo IP in uso per ostacolare la localizzazione dell’utente. Questa VPN dispone anche di altre funzionalità avanzate di sicurezza, come i server di sola RAM e la perfect forward secrecy, ma è priva di una protezione completa contro le perdite di dati (che, in realtà, non ho mai riscontrato nel corso dei miei test).

È molto buona anche per lo streaming, in quanto consente di accedere ai siti più importanti, come Netflix, HBO Max e BBC iPlayer, ma non a Disney+, e consente il download in P2P su tutti i suoi server.

Ci sono oltre 3.200 server in più di 90 Paesi, per cui è semplice individuare e utilizzare i server vicini per avere velocità elevate. Quanto alla velocità, la maggior parte dei server assicura connessioni veloci, ma ho riscontrato forti rallentamenti sui server ubicati a grande distanza.

Surfshark è anche una tra le VPN più convenienti sul mercato, con abbonamenti a partire da US$ 2,29 / al mese rivelandosi quindi una buona soluzione anche per chi vuole spendere poco. Tutti gli abbonamenti hanno una garanzia di rimborso da 30 giorni.

Leggi la nostra recensione completa di Surfshark

5. Proton VPN — Il miglior piano VPN gratuito per navigare sulla rete Tor

Numero di Paesi con server
91
Funzioni chiave
App open source verificate da terzi
Numero di dispositivi
10
Compatibilità con sistemi operativi
Garanzia di rimborso
30 Giorni
protonvpn.com

Proton VPN dispone di un buon piano gratuito per visitare il browser Tor. Si tratta di uno dei pochi piani VPN gratuiti sul mercato capace di offrire dati illimitati, quindi puoi navigare sulla rete Tor quanto vuoi in tutta sicurezza. Le velocità sono decenti, ma ho comunque riscontrato rallentamenti evidenti — Ad esempio, spesso il caricamento di un sito Tor ha richiesto 15-20 secondi.

L’abbonamento gratuito è dotato di ottime funzioni per la sicurezza e la privacy, tra cui la protezione completa contre le perdite di dati, la perfect forward secrecy e la crittografia dell’intero disco, grazie alla quale tutti i dati presenti su un server rimangono al sicuro anche in caso di violazione del server stesso. Inoltre, la sua politica di no-log è stata verificata nel corso di audit indipendenti e tutte le sue app sono open-source, quindi chiunque può esaminarne il codice e verificare l’eventuale presenza di falle nella sicurezza. Ovviamente, non tutti sanno farlo, per cui Proton VPN ha sottoposto a verifica tutte le sue app, e ciò è davvero apprezzabile. Inoltre, le sue app per Windows, Android, macOS e iOS sono disponibili anche in lingua italiana.

Purtroppo, il piano gratuito comporta alcune limitazioni — Permette di accedere alla rete Tor solo su server ubicati negli Stati Uniti, nei Paesi Bassi, in Romania, in Polonia e in Giappone; inoltre, il fornitore limita l’uso a 1 dispositivo. Il passaggio alla versione a pagamento aggiunge l’accesso al supporto Tor su 4692 server in oltre 60 paesi e velocità superiori — Durante i miei test, i siti Tor sono stati caricati in 7-8 secondi e il caricamento dei video in HD ha richiesto 10 secondi, con minimi problemi di buffering quando ci si sposta da un punto all’altro del video. Le velocità sono buone, ma ExpressVPN è ancora più veloce.

Gli abbonamenti a pagamento consentono inoltre di accedere ai server Tor over VPN presenti in oltre 5 Paesi, grazie ai quali si potrà accedere ai siti Tor utilizzando i browser tradizionali, come Chrome e Opera, evitando così di dover utilizzare il browser Tor, e ciò risulta molto pratico.

Gli abbonamenti a pagamento di Proton VPN consentono di stabilire un massimo di 10 connessioni contemporaneamente e hanno un canone iniziale di US$ 4,49 / al mese. È prevista anche una garanzia di rimborso di 30 giorni, che verrà erogato proporzionalmente ai giorni effettivi di utilizzo.

Proton VPN: risparmia il 55% sul 24-month plan!
55% di sconto su 24-month plan!

Leggi la nostra recensione completa di Proton VPN

Qual è la differenza tra il browser Tor e una VPN?

Tor Browser VPN
Tipo di applicazione Browser web Applicazione online
Modifica l’indirizzo IP
Cripta il traffico

(almeno 3 volte)

(solitamente, solo una volta)

Crittografa tutto il traffico Web di un dispositivo

(solo il traffico del browser Tor)

Buona per Accedere ai link del dark web, eludere la censura, migliorare la privacy, condividere dati sensibili in sicurezza (per informatori, attivisti, giornalisti o agenti sotto copertura) Avere maggiore privacy online, per streaming, torrenting, gaming, evitare la limitazione della banda, aggirare le censure, condividere in sicurezza dati sensibili (per informatori, attivisti, giornalisti o agenti sotto copertura)
Gratis/A pagamento Gratis A pagamento, ma alcune VPN hanno anche abbonamenti gratuiti.

Tor browser è un browser gratuito e open-source che consente di accedere alla rete privata Tor. Il browser Tor modifica l’indirizzo IP dell’utente e ne cripta il traffico per almeno 3 volte, e consente di visitare i siti del dark web, a cui non si può accedere dalla rete Internet tradizionale.

Il browser Tor viene utilizzato soprattutto per navigare sul dark web e per eludere la censura, ma anche per migliorare la propria privacy in rete. Quanto alla privacy, tuttavia, ritengo che una VPN sia più adatta a questo scopo, e anche i giornalisti, gli informatori, gli agenti sotto copertura e gli attivisti che devono condividere dati sensibili con le loro fonti ne trarrebbero beneficio.

Una VPN è un’applicazione online che modifica l’indirizzo IP dell’utente e ne cripta il traffico, ma lo fa solo una volta, per cui la velocità è molto più elevata rispetto a Tor. Per proteggere i propri dati con una VPN, è necessario utilizzare l’applicazione della VPN (detta anche client VPN) e collegarsi a uno dei suoi server, il quale provvederà a indirizzare e crittografare tutto il traffico Internet dell’utente. Gran parte delle migliori VPN propone abbonamenti a pagamento, ma ce ne sono alcune che offrono anche buoni abbonamenti gratuiti per testarne i servizi. Inoltre, a differenza del browser Tor, che protegge solo la navigazione che passa attraverso di esso, una VPN protegge tutto il traffico web del dispositivo in uso.

Praticamente chiunque può trarre vantaggio dall’uso di una VPN. La soluzione offre un ottimo livello di privacy e sicurezza, è ideale per lo streaming, il torrenting e il gaming in tutta sicurezza. E poiché le VPN criptano il traffico ma sono molto più veloci di Tor, sono ottime anche per superare la limitazione della banda imposta dai provider. Informatori, giornalisti e chiunque altro debba condividere dati sensibili possono utilizzare una VPN per proteggere il loro traffico — Meglio ancora, possono utilizzarla insieme al browser Tor per un ulteriore livello di privacy e sicurezza.

Tor over VPN vs. VPN over Tor — Qual è la soluzione più sicura?

Tor Over VPN VPN Over Tor
Impedisce a Tor di rilevare il vero indirizzo IP dell’utente I primi server Tor vedono sempre l’indirizzo IP reale dell’utente
Protegge l’indirizzo IP reale dell’utente in caso di perdita di dati da Tor Chiunque può vedere che si è connessi alla rete Tor
Impedisce a chiunque di vedere che si sta utilizzando Tor Pochissime VPN consentono di stabilire connessioni VPN over Tor
La maggior parte delle VPN consente le connessioni Tor over VPN È necessaria una configurazione manuale molto lunga
Facile da configurare

Tor over VPN è la modalità di instradamento del traffico Tor su una connessione VPN, ossia ci si connette prima a un server VPN e poi si utilizza Tor browser per collegarsi alla rete Tor.

VPN over Tor è la modalità di instradamento del traffico VPN su una connessione Tor, ossia si utilizza prima Tor browser per connettersi alla rete Tor e poi ci si connette a un server VPN.

Io consiglio vivamente di utilizzare solo connessioni Tor over VPN perché offrono una privacy migliore: la VPN protegge il traffico dati prima che raggiunga la rete Tor, impedendo a chiunque di rilevarne l’uso. Inoltre, in questo modo, il primo server Tor non può rilevare il vero indirizzo IP dell’utente, per cui, anche se Tor subisse una falla nei dati, essendo visibile solo l’indirizzo IP della VPN, l’IP reale dell’utente non sarebbe a rischio.

Le connessioni VPN over Tor sono piuttosto rischiose per la privacy: il primo server Tor vedrà sempre il tuo indirizzo IP reale, per cui un eventuale gestore malintenzionato potrebbe registrare il tuo IP e utilizzarlo per localizzarti. In più, chiunque (compreso il gestore dei servizi Internet) può scoprire che ci si è connessi a Tor. Come se non bastasse, le connessioni VPN over Tor sono complesse, perché non sono autorizzate dalla maggior parte delle VPN, e anche qualora lo fossero, sarebbe necessario configurare manualmente la connessione, con una procedura poco pratica e molto lunga.

Domande frequenti

È sicuro scaricare Tor browser?

Sì, purché venga scaricato da fonti ufficiali, come il sito ufficiale di Tor, altrimenti si rischia di scaricare applicazioni fake, che potrebbero infettare il dispositivo.

Detto questo, usare il browser Tor non è sicuro al 100%, poiché la rete Tor ha qualche problema di sicurezza. Il mio consiglio è quindi quello di proteggere la propria privacy affiancando a Tor una VPN. Tutte le VPN che ho segnalato in questo articolo sono compatibili con Tor e sono dotate di eccellenti funzioni per la privacy e la sicurezza.

Il browser Tor nasconde l’indirizzo IP dell’utente?

Sì, ma lo nasconde solo ai siti a cui ci si collega, i quali rileveranno l’indirizzo IP del server Tor in uso, piuttosto che quello dell’utente.

Tuttavia, il primo server Tor a cui ti connetti può vedere il tuo vero indirizzo IP, e se il gestore di quel server avesse cattive intenzioni, potrebbe acquisirlo e utilizzarlo per localizzarlo o per analizzarne il comportamento online.

Ecco perché consiglio di utilizzare una VPN prima di accedere a Tor, impedendo così ai server Tor di rilevare il tuo vero indirizzo IP. Tutte le VPN citate nell’articolo consentono l’uso di Tor sui loro server e sono dotate di funzioni per la sicurezza e la privacy molto efficaci.

Il browser Tor funziona su sistemi iOS?

No, ma gli sviluppatori di Tor consigliano di utilizzare l’applicazione Onion Browser come alternativa, perché funziona bene, è gratuita e open-source, per cui assicura un buon livello di privacy.

Tuttavia, non può offrire lo stesso livello di privacy del browser Tor, in quanto il sistema operativo iOS costringe Onion Browser a utilizzare il motore WebKit di Apple anziché il motore Gecko di Mozilla Firefox, che è quello utilizzato dal browser Tor e che è dotato di funzionalità antitracciamento migliori.

Tor browser riduce la velocità di navigazione?

Sì. Io ho effettuato più di una decina di test di velocità su Tor, e la velocità i base è sempre stata rallentata del 98-99%: è davvero molto, tanto che il caricamento di gran parte dei siti web ha richiesto anche 5-10 secondi.

Le velocità di Tor sono davvero lente perché cripta il traffico più volte. Ogni livello di criptazione aumenta il tempo necessario affinché i dati viaggino tra il tuo dispositivo, i server Tor e i siti che visiti.

È possibile utilizzare Tor browser per scambiare torrent?

No, perché la rete Tor non è indicata per lo scambio di torrent. Alcuni browser Tor bloccano il traffico P2P, e persino gli sviluppatori di Tor chiedono agli utenti di non utilizzare la rete per scaricare in P2P: a causa della lentezza di Tor e della limitatezza della sua larghezza di banda, lo scambio di torrent su Tor rallenterebbe ulteriormente la rete. In più, credo che il torrenting su Tor non sia un’attività sicura, in quanto alcuni server Tor possono individuare il tuo vero indirizzo IP, e ciò sarebbe deleterio per la privacy.

Invece, consiglio l’utilizzo di una VPN per il torrenting, poiché si ottengono velocità P2P molto superiori, sicurezza e privacy — ExpressVPN è la mia prima scelta per il torrenting, in quanto permette il download P2P su server in 105 paesi, assicura le massime velocità di torrenting disponibili e offre eccellenti caratteristiche di sicurezza e privacy.

Il browser Tor è diverso da una VPN?

Sì. Nonostante il browser Tor e una VPN presentino alcune caratteristiche simili, vi sono anche delle differenze tra loro. Tor browser è un browser che consente di collegarsi alla rete Tor, modifica l’indirizzo IP reale e crittografa il traffico dati per almeno 3 volte. Una VPN è un’applicazione online con la quale è possibile connettersi ai server della VPN per cambiare il proprio indirizzo IP e crittografare il traffico (solo una volta, di solito). Inoltre, il browser Tor è gratuito e open-source, mentre le VPN solitamente propongono abbonamenti a pagamento, con qualche eccezione gratuita, e non hanno app open-source.

Secondo me, Tor browser è utile solo per accedere ai link del dark web, mentre le VPN sono più versatili ed efficaci per lo streaming, il torrenting, il gaming e per eludere la censura. Sia Tor che le VPN sono strumenti di tutela della sicurezza e della privacy, ma credo che le VPN siano migliori, dato che Tor ha alcuni problemi di sicurezza. Inoltre, le VPN sono molto più veloci di Tor, e ciò consente di non incappare in eventuali limitazioni della larghezza di banda.

Tor over VPN o VPN over Tor: qual è la soluzione migliore?

Le connessioni Tor over VPN sono molto più sicure e pratiche delle connessioni VPN over Tor, perché impediscono ai server Tor di rilevare il vero indirizzo IP dell’utente e lo proteggono da eventuali perdite di dati da parte di Tor, ed impediscono a chiunque di accorgersi che l’utente sta utilizzando Tor. Inoltre, gran parte delle migliori VPN (come ExpressVPN) hanno server compatibili con il traffico Tor.

Tuttavia, le connessioni VPN over Tor non forniscono una grande privacy, perché i server Tor possono rilevare il vero indirizzo IP degli utenti e chiunque può accorgersi dell’uso in corso della rete Tor. Inoltre, pochissime VPN consentono di effettuare connessioni VPN over Tor, e quelle che lo fanno impongono che la configurazione avvenga manualmente, secondo una procedura piuttosto fastidiosa.

Le migliori VPN per Tor del  2024 — Punteggio finale:

Posizione in classifica
Il nostro punteggio
Migliore offerta
1
9.8
Risparmia 49%
2
8.4
Risparmia 55%
3
9.6
Risparmia 83%
4
9.2
Risparmia 74%
5
9.0
Risparmia 81%
Gli annunci presenti su questo sito sono di società, alcune delle quali partecipate dalla nostra capogruppo, da cui questo sito riceve compensi. Questo fatto influenza la posizione e il modo in cui gli annunci vengono presentati. 
Ulteriori informazioni
Sull'autore
Tim Mocan
Aggiornato: 25 marzo 2024

Sull'autore

Tim Mocan è QA Editor per SafetyDetectives. Ha più di 5 anni di esperienza nella ricerca e nella scrittura di tematiche legate alla sicurezza informatica ed è specializzato in VPN. Prima di entrare a far parte di SafetyDetectives, ha lavorato come collaboratore per altri siti web di recensioni VPN e come scrittore di contenuti per diversi gestori di VPN. Nel corso della sua carriera di scrittore freelance si è occupato anche di altre nicchie di mercato, tra cui SEO, marketing digitale, fidelizzazione dei clienti, fai da te, salute e riabilitazione. Al di fuori del lavoro, Tim ama trascorrere il suo tempo viaggiando, giocando ai videogiochi, facendo binge watching e usando le VPN (sì, sul serio!).